FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Cronaca >
  • Sicilia >
  • Palermo, fermata la madre della neonata trovata in cassonetto dell'immondizia

Palermo, fermata la madre della neonata trovata in cassonetto dell'immondizia

La neonata, trovata con il cordone ombelicale ancora attaccato, era stata intubata. I medici avevano, invano, tentato di rianimarla. Fermata la donna, indagata per omicidio volontario

- Una neonata con il cordone ombelicale ancora attaccato è stata trovata in un cassonetto a Palermo. A vederla è stato un clochard che frugava tra l'immondizia. L'uomo ha chiamato alcuni passanti che hanno telefonato al 118. La piccola, in un lenzuolo intriso di sangue, è stata portata in ospedale dove è poi morta. Poco dopo è arrivata la mamma: "Credevo fosse morta dopo il parto". E' stata fermata ed ora è indagata per omicidio volontario.

    Una volta arrivato all'ospedale Civico del capoluogo siciliano, la neonata era stata intubata e i medici avevano, invano, tentato di rianimarla. "Chi l'ha lasciata lì voleva che morisse", hanno commentato gli inquirenti, che hanno aperto un'inchiesta per omicidio volontario.

    La mamma: "Credevo fosse già morta" - Poco dopo però in ospedale si è presentata la mamma della neonata, che ora è ricoverata. La 30enne, residente di Gemona (Friuli), con tre figli di 2, 6 e 8 anni, è andata al pronto soccorso per un'emorragia. Era accompagnata dal cognato che fa il vigile del fuoco.Il marito, che sarebbe un militare dell'esercito, dovrebbe arrivare martedì. La donna era ritornata a Palermo da alcune settimane. Sembra abbia partorito lunedì mattino alle cinque, secondo quanto ha detto ai medici. Ma, dopo il parto, non sentiva il battito del cuore della piccola e così, in preda al panico, avrebbe buttato il corpicino nel cassonetto. La bimba era nuda. Il cordone ombelicale ancora attaccato, causa, probabilmente, della copiosa emorragia e del decesso. Nel borsone c'erano un tappetino zuppo di sangue, giaciglio improvvisato usato durante il parto, un paio di forbici, una scarpa da uomo e la placenta. Indizi che tutto sarebbe accaduto in fretta.

    Trovata da un senzatetto - A trovare la piccola ancora viva era stato dunque un senzatetto, Rosario Campo, 55 anni, un clochard che "pesca" tra l'immondizia con bastone con l'uncino. L'uomo vive nella zona di via Perpignano e da anni ormai per sfamarsi cerca tra i rifiuti. Non ha mai avuto un vero lavoro. "Ho scostato il lenzuolo e ho visto la piccola. Era bionda. Non credevo ai miei occhi - dice - Avrei voluto dare l'allarme, ma non avevo il cellulare e così ho fermato due donne e ho raccontato quello che c'era dentro". Quando Campo ha chiesto aiuto sono accorsi in tanti. Da una pizzeria poco distante sono stati chiamati i carabinieri e il 118. La bimba era ricoperta di sangue e cianotica. In ambulanza i medici l'hanno intubata. Di certo la neonata è venuta al mondo al termine di una gravidanza regolare. Era sana e robusta.

    Anche se i soccorsi sono stati tempestivi la piccola è morta nel reparto di neonatologia del locale Ospedale Civico. Sul luogo del ritrovamento, sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia Palermo San Lorenzo, del Nucleo Radiomobile e della Sezione Investigazioni Scientifiche che hanno transennato la zona per eseguite i rilievi tecnici di competenza.

    Dall'ospedale Civico ricordano che nella struttura ospedaliera c'è la culla per la vita. Qui si possono lasciare i piccoli non desiderati che potranno trovare una famiglia.

    TAG:
    Palermo
    Via di giorgi
    118