FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Migranti, Open Arms: "Italia e Spagna diano mezzi per sbarco" | Alarm Phone: barcone capovolto, si teme strage

Lʼong apre allʼipotesi di un trasferimento dei profughi nel porto di Minorca ma non con navi militari: "Meglio un aereo o un traghetto"

Migranti, Open Arms: "Italia e Spagna diano mezzi per sbarco" | Alarm Phone: barcone capovolto, si teme strage

"Se un accordo è stato trovato, è indispensabile che Italia e Spagna si assumano la responsabilità di garantire che queste persone sbarchino in un porto sicuro e di utilizzare aerei o traghetti e non navi militari". Lo afferma Open Arms riferendosi alla possibilità di uno sbarco a Minorca. Intanto, come riferito da Alarm Phone, un barcone con a bordo più di cento persone si sarebbe ribaltato al largo delle coste della Libia. Si teme una strage.

  • 19 ago

    Open Arms apre alla Spagna ma resta a Lampedusa

  • 19 ago

    Alarm Phone: "Barca capovolta in Libia, temiamo una strage"

    Un barcone con a bordo più di cento persone si sarebbe ribaltato al largo delle coste della Libia. Lo denuncia Alarm Phone, il servizio di supporto a coloro che si trovano in difficoltà nel Mediterraneo nel tentativo di arrivare in Europa, spiegando di aver ricevuto la segnalazione di un pescatore che "ha detto di aver salvato tre persone ed aver visto molti cadaveri".

  • 19 ago

    Ong: Ocean Viking aspetta ancora un porto sicuro

    "Sulla Ocean Viking ci sono 356 sopravvissuti che attendono ancora l'indicazione di un porto sicuro". Lo scrive sul suo profilo Tiwtter Sos Mediterranée pubblicando un video di uno dei soccorritori che pochi giorni fa ha visto e recuperato un gommone con 105 persone a bordo. "Ero di turno sul ponte - racconta Antonin - quando ho iniziato a vedere una forma sfocata all'orizzonte. Sembrava un'imbarcazione. Ho controllato con il radar, e dopo 15 minuti mi sono accorto che era un gommone". Sono stati salvati tutti i naufraghi a bordo, circa un centinaio di persone.

  • 19 ago

    Resta in stallo la situazione di Open Arms

  • 19 ago

    Open Arms: "Meglio il traghetto delle navi militari"

    Per il presidente della Ong Open Arms, Riccardo Gatti, sarebbe opportuno che Italia e Spagna, in caso di accordo sul trasporto dei naufraghi in un porto delle Baleari, "mettessero a disposizione dei traghetti e non delle navi militari per fare viaggiare queste persone, stremate, in condizioni umane". Rispondendo ai cronisti nel molo commerciale di Lampedusa, Gatti conferma che Open Arms ha avuto comunicazione ufficiale da parte dei governi di Italia e Spagna sulla loro disponibilità a occuparsi dei 107 naufraghi, "ma aspettiamo che si mettano d'accordo sulle modalità: queste persone vanno rispettate, hanno sofferto e soffrono abbastanza". Quindi una stoccata a entrambi i governo: "Perché hanno aspettato 18 giorni per avanzare una soluzione?".

  • 19 ago

    Ue: "Far sbarcare subito i migranti"

    "Rivolgiamo un appello agli Stati membri e alle Ong a collaborare per trovare una soluzione che funzioni e che permetta uno sbarco immediato delle persone a bordo" della Open Arms. Così la portavoce dell'esecutivo comunitario Natasha Bertaud ricordando tuttavia che la "Commissione europea non ha competenza sui porti di sbarco". La portavoce ha inoltre spiegato che il commissario Dimitris Avramopoulos nei suoi contatti con gli Stati membri degli ultimi giorni ha sollevato anche la questione della Ocean Viking.

  • 19 ago

    Ong: "Trasferire i migranti da Catania a Madrid in aereo"

    Il presidente di Open Arms Riccardo Gatti suggerisce di "trasferire i migranti a Catania e da lì portarli in aereo a Madrid per dare loro dignità". Secondo Gatti sarebbe opportuno "affittare un Boeing per 200 persone. Il costo sarebbe di 240 euro a passeggero. La soluzione Aquarius, l'anno scorso, per una nave della Guardia costiera era costata 250mila euro mentre la spesa per l'altra nave neanche si è saputa".

  • 19 ago

    Barcone con 37 persone soccorso al largo di Lampedusa

    Un gruppo di 37 migranti a bordo di un barcone è stato soccorso da una motovedetta della Guardia di finanza al largo di Lampedusa. I migranti saranno accompagnati al centro d'accoglienza di contrada Imbriacola.

  • 19 ago

    Open Arms: "Ipotesi sbarco a Maiorca è incomprensibile"

    "Con la nostra imbarcazione a 800 metri dalle coste di Lampedusa, gli stati europei stanno chiedendo a una piccola Ong come la nostra, di affrontare 590 miglia e 3 giorni di navigazione, in condizioni metereologiche peraltro avverse, con 107 persone stremate a bordo e 19 volontari e volontarie molto provati che da più di 24 giorni provano a garantire quei diritti che l'Europa nega". Lo scrive Open Arms in una nota, giudicando l'ipotesi di raggiungere Maiorca per sbarcare "del tutto incompresibile".

  • 19 ago

    Salvini: "Assolutamente no allo sbarco"

    "Assolutamente no allo sbarco dei migranti a bordo della Open Arms". Lo ha ribadito il ministro dell'Interno e leader della Lega Matteo Salvini a Radio Anch'io. "Perché tutti in Italia e solo in Italia? Navi tedesche, norvegesi, tutte in Italia? - ha aggiunto - con porti spagnoli aperti? Con minorenni che non sono minorenni? Con malati che non sono malati? Siamo buoni sì, cristiani sì, ma fessi no".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali