FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Incendio in negozio a Palermo, muore per salvare la moglie

La donna è rimasta ferita. Il rogo si sarebbe sviluppato per motivi accidentali, forse un corto circuito

Incendio in negozio a Palermo, muore per salvare la moglie

Tragedia a Palermo, dove il proprietario di un negozio è morto a causa di un incendio divampato nel suo esercizio commerciale. L'uomo è salito al primo piano della palazzina per salvare la moglie dalle fiamme che avevano raggiunto anche l'appartamento della coppia. La donna è rimasta ferita. Il rogo si sarebbe sviluppato per motivi accidentali.

L'uomo che ha perso la vita nell'incendio che si è verificato stamane a Palermo si chiamava Michelangelo Abbate, 77 anni. Quando è divampato il rogo nel negozio l'uomo si trovava nell'esercizio commerciale insieme al figlio. L'uomo, insieme al congiunto, si è precipitato nell'appartamento di famiglia al primo piano per soccorrere la moglie; ma è rimasto intrappolato nelle fiamme alte, alimentate da alcuni prodotti altamente infiammabili della cartoleria-sanitaria, e per lui non c'è stato nulla da fare.

Il figlio della coppia ha bruciature alle mani ma si è rifiutato di andare in ospedale, così come la madre, anche lei leggermente ustionata. Il 118, invece ha condotto al Civico una vicina degli Abbate, presa dal panico. L'incendio, secondo la polizia che indaga, è avvenuto per cause accidentali, forse un corto circuito.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali