FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Divorzio, stop allʼassegno perpetuo e al criterio del tenore di vita

Quando lʼex va a convivere con un nuovo partner o si sposa il sussidio viene interrotto

La Commissione Giustizia della Camera è pronta a varare le nuove regole per calcolare l'assegno di mantenimento all'ex coniuge. A quel punto, il 13 maggio, la palla passerà all'aula di Montecitorio. La novità più rilevante sarà l'eliminazione del criterio del "tenore di vita" acquisito durante il matrimonio, già più volte messo in discussione dalla Cassazione. Non solo: quando l'ex va a convivere con un nuovo partner o si sposa il sussidio viene interrotto.

Come ricostruisce "Il Messaggero", secondo la proposta di legge portata avanti dalla democratica Morani, in sostituzione del "tenore di vita" il giudice dovrà tener conto di altri parametri per stabilire la consistenza dell'assegno: la durata del matrimonio, il contributo fornito dai coniugi "alla conduzione familiare e alla formazione del patrimonio comune", l'età e la salute dei due, "la ridotta capacità reddituale dovuta a ragioni oggettive", il contributo per figli minori, disabili o non indipendenti a livello economico.

Anche la durata dell'assegno subirà modifiche: il mantenimento del coniuge potrebbe essere solo temporaneo quando il giudice ravvisi "ragioni contingenti o superabili".

In ogni caso, il metro di valutazione che viene consigliato sarà quello delle "condizioni personali ed economiche in cui i coniugi vengono a trovarsi a seguito della fine del matrimonio".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali