FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lodi, cinque arresti per corruzione: in manette anche un vigile

Le contestazioni, nellʼoperazione che è stata denominata "Carioca", riguardano pratiche anagrafiche espletate per il rilascio di residenze

Lodi, cinque arresti per corruzione: in manette anche un vigile

La guardia di finanza di Lodi, sotto la direzione e il coordinamento della locale Procura della Repubblica, ha arrestato cinque persone con l'accusa di corruzione. In particolare, sono finiti in manette due pubblici ufficiali di un comando di polizia locale, tra i quali un vigile di un comune del Lodigiano. Le contestazioni, nell'operazione che è stata denominata "Carioca", riguardano pratiche anagrafiche espletate per il rilascio di residenze.

Il vigile arrestato è il comandante della polizia locale di Ospedaletto Lodigiano, 64 anni. Assieme a lui sono stati condotti in carcere un ufficiale dello stato civile di 42 anni dello stesso Comune e il titolare di un'agenzia di pratiche migratorie di Monza, un 38enne di origini brasiliane, con le accuse di corruzione di pubblici ufficiali allo scopo di favorire la falsa attestazione di residenza di sudamericani per far loro ottenere un passaporto utile per stabilirsi in qualsiasi Paese dell'Unione europea.

Nel solo 2016, secondo l'accusa, tale procedura irregolare avrebbe riguardato circa 500 brasiliani. La moglie dell'imprenditore brasiliano, 44enne, è invece agli arresti domiciliari. Nell'ambito della medesima indagine un secondo filone ha portato agli arresti domiciliari di un imprenditore di 57 anni della provincia di Verona che noleggia autovelox: secondo la procura della Repubblica di Lodi, tramite accordi corruttivi con lo stesso comandante della polizia locale avrebbe puntato all'affidamento diretto di un sistema di rilevamento della velocità e del servizio di verbalizzazione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali