FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Venezia, migrante si suicida nel Canal Grande per permesso negato: è polemica

Tanti i testimoni e i video girati da turisti e veneziani ma nessuno si è tuffato per salvare il 22enne gambiano

Veniva dal Gambia e dopo la traversata nel Mediterraneo con tappa in Sicilia è andato a morire a Venezia. Perché il suo permesso di soggiorno a fini umanitari gli sarebbe stato revocato. Per questo il giovane Pateh Sabally ha deciso di farla finita in modo plateale, gettandosi nel Canal Grande davanti agli occhi e agli smartphone di turisti e veneziani e morendo annegato. Da alcuni video si vede che dai vaporetti piovono in direzione del suicida alcuni salvagenti; tante le urla dei presenti, ma nessuno si tuffa a salvarlo. E scoppia la polemica.

Il giovane, che non vuole o non riesce ad aggrapparsi ai salvagenti che gli vengono lanciati da un vaporetto, verrà poi trascinato via dalla corrente. Ripescheranno il suo corpo senza vita, ore dopo, i sommozzatori.

Come riportato da Il Gazzettino, Pateh Sabally si è gettato nel Canal Grande dalla banchina all'altezza del ponte degli Scalzi, all'uscita della stazione ferroviaria dove era giunto poco prima a bordo di un treno da Milano. Prima di buttarsi in acqua, ha lasciato il suo zaino sulla banchina.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali