FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Napoli, si sposa una coppia di fidanzati sopravvissuta al ponte Morandi

Dopo un difficile percorso di interventi e riabilitazione, la coppia ha detto sì: se lo erano promessi dopo essere scampati alla tragedia

Dopo poco più di un anno dal crollo del ponte Morandi, la rinascita dopo la tragedia. Eugeniu Babin e Nataliya Yelina, sopravvissuti al crollo del 14 agosto del 2018, si sono sposati a Napoli, come si erano promessi dopo essere scampati all’atroce evento che costò la vita a 43 persone. Dopo un difficile anno di operazioni, terapia e riabilitazione, la coppia è finalmente riuscita ad arrivare all’altare. 

 

Le toccanti dichiarazioni degli sposi - "Ce l'abbiamo fatta”, ha detto Eugeniu, felicissimo, ai microfoni di Fanpage. “E’ una giornata importante perché è un passo avanti che ci aiuta psicologicamente e fisicamente. D'altronde, dopo quello che ci è capitato, un po' di felicità nella vita doveva pur esserci".


"E' un giorno pieno di significati, tanto atteso soprattutto”, ha commentato Nataliya, emozionatissima e vestita di bianco. “Oggi finalmente possiamo ascoltare la nostra messa sulle nostre gambe e questo vuol dire che ce la stiamo facendo, stiamo andando avanti”. 

 

La storia di Eugeniu e Nataliya - Entrambi originari dell’Europa dell’Est, lui parrucchiere, lei estetista, Eugeniu e Nataliya vivono a Santa Maria Capua a Vetere in provincia di Caserta, dove gestiscono un salone di bellezza. La mattina di quel drammatico 14 agosto, la coppia, in viaggio verso la Francia, stava attraversando in auto il Ponte Morandi. Ad un tratto il crollo del viadotto, che li fece precipitare nel vuoto da un’altezza di ottanta metri. Poi, quattro ore di terrore sotto le macerie, con il pensiero rivolto al figlio 20enne di lei, Bogdan, avuto da un precedente matrimonio.


"La nostra paura più grande era che non ci trovassero", hanno raccontato. Eugeniu suonò il clacson finché non si scaricò. Quindi si misero a urlare, fino all’arrivo dei Vigili del Fuoco, che riuscirono a estrarli dall’accumulo di detriti. 

Una volta in ospedale, nonostante le gravi fratture, trovarono la forza di postare un breve video su Facebook per rassicurare amici e parenti e ringraziare medici e soccorritori. L’annuncio delle nozze arrivò proprio da quella stanza d’ospedale: dopo tredici anni di unione e la scampata tragedia, decisero che era arrivato il momento di sposarsi. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali