FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Napoli, finto cieco guidava lo scooter: sequestrati beni per 110.000 euro

Per anni ha truffato lʼInps lavorando come non vedente al Comune del capoluogo campano: confiscati due immobili e i conti correnti

Per lo Stato era cieco, ma guidava uno scooter e aveva una regolare patente di guida, conseguita grazie a una capacità visiva di 8/10. La guardia di finanza ha smascherato la truffa di un cittadino italiano di 46 anni residente a Napoli che lavorava al Comune del capoluogo campano. Al falso invalido sono stati sequestrati due immobili, un terreno e diversi conti correnti bancari per un valore di oltre 110.000 euro.

Durante le indagini, i finanzieri hanno scoperto che il truffatore svolgeva diverse attività non compatibili con lo status di cieco civile che ricopriva dal 2003. Tra queste, la guida dello scooter, a volte con un passeggero a bordo, tra i vicoli del del centro storico napoletano. Durante la visita medica per il rinnovo della patente la sua capacità visiva era stata attestata a 8/10 per occhio. Il falso cieco lavorava come centralinista non vedente al Comune di Napoli dal 2001, svolgendo una mansione rientrante tra quelle assegnate alle persone disabili. L’accusa è di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche nella misura di oltre 110.000 euro. Perciò il tribunale ha emesso un provvedimento cautelare di sequestro preventivo di un importo equivalente a quello erogato dall'I.N.P.S. come pensione e indennità di accompagnamento.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali