FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, la Francia respinge i minorenni: verifiche in corso

Il sospetto del governo italiano è che le autorità francesi abbiano riportato gli stranieri in Italia per eludere le procedure previste dal trattato di Dublino

Nel corso della visita degli esperti inviati dal Viminale a Claviere, dopo alcuni episodi di sconfinamento, è emerso che la Francia ha cercato di restituire all'Italia anche dei minorenni. Il fatto è accaduto il 18 ottobre, dopo le 22:30, ma le autorità italiane avevano bloccato la procedura.

Il sospetto del governo italiano, sempre secondo le fonti, è che le autorità francesi abbiano riportato gli stranieri in Italia in modo sbrigativo anche per eludere le procedure previste dal trattato di Dublino.

Dopo gli episodi emersi negli ultimi giorni a Claviere, il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha confermato la presenza fissa di una pattuglia della polizia italiana al confine, chiedendo agli esperti inviati in Piemonte di effettuare una verifica completa per accertare cosa accaduto, e ha rinnovato l'invito a Roma al suo omologo francese.

Salvini polemico: che ne pensa Moscovici? - "Chissà se Moscovici sarà scioccato anche per la tentata espulsione di minorenni stranieri da parte della Francia, oppure il commissario Ue riserva il suo turbamento solo per una giusta battaglia come quella del sindaco di Lodi". Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini. Che conclude: "Quello che sta emergendo a Claviere ci conferma che, anche in materia di diritti umani, nessuno può permettersi di dare lezioni all'Italia".

"Macron faccia esame di coscienza" - "L'Italia rispetta le regole, qualcuno no, sia sul bilancio che sull'immigrazione. Abbiamo passato l'estate - sottolinea Salvini - ad essere insultati e poi scopriamo che i francesi scaricano immigrati, anche minorenni, nei boschi italiani. Macron si faccia esame di coscienza prima di insultarci".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali