FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, guardia costiera italiana coordina quella libica: lʼintercettazione

Lʼaudio è finito sul tavolo della Procura di Agrigento che indaga sullʼultimo salvataggio di 49 persone da parte della Mare Jonio

Sarebbe la guardia costiera italiana a coordinare quella libica per il salvataggio di migranti. Lo conferma un'intercettazione pubblicata su Avvenire e La Repubblica. Un coordinamento disperato quello che appare nella registrazione pervenuta sui tavoli del procuratore di Agrigento, che indaga sull'ultimo salvataggio di 49 disperati da parte della Mare Jonio. Nell'intercettazione l'ufficiale italiano tenta, in inglese, di chiedere coordinate e conferme dell'invio di una motovedetta. Ma dall'altro capo della comunicazione, il guardacosta libico stenta a parlare inglese.

Sarà poi un traduttore arabo richiesto dall'Italia a rendere tutto più chiaro. Ma nonostante le rassicurazioni di Tripoli, i libici non accennano a intervenire. In questa conversazione del 18 marzo, si sente infine un ufficiale del centro nazionale di coordinamento del soccorso marittimo chiedere a un collega della capitaneria di porto se "in questi casi non ci sia una procedura?". La risposta: "E' una decisione politica del ministro dell'Interno Matteo Salvini, stiamo ancora aspettando le direttive".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali