FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Manuel Bortuzzo, arrestato per spaccio uno dei proprietari del pub dove è scoppiata la rissa

A casa del 34enne, socio del locale, sono state trovate marijuana e cocaina

Manuel Bortuzzo, arrestato per spaccio uno dei proprietari del pub dove è scoppiata la rissa

È stato arrestato per  spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti uno dei soci del pub di piazza Eschilo all'Axa, dove è scoppiata la rissa che ha portato Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano a sparare al nuotatore diciannovenne Manuel Bortuzzo. A casa del proprietario del locale, un 34enne che detiene una quota del 25% della società, i carabinieri del Gruppo Ostia hanno trovato quasi trenta grammi di marijuana, 0,3 di cocaina, oltre a materiali per il confezionamento degli stupefacenti.

Nel locale dell'ostiense, la notte tra sabato 2 e domenica 3 febbraio, quando Manuel è rimasto ferito, si sono fronteggiati due gruppi rivali: quello del "Villaggio" capeggiato da Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, considerati i responsabili dell'agguato, e quello dei "Pugili", di cui sembrano fare parte anche affiliati ai clan camorristici legati ai Casalesi.

Nei giorni successivi alla rissa il questore di Roma ha predisposto la chiusura del pub per 15 giorni. Il provvedimento, preso per motivi di sicurezza, è stato notificato al titolare del locale nel pomeriggio del 12 febbraio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali