FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Terrorismo, operazione del Ros nel milanese: espulso pakistano

Alfano: "Lavoriamo per la creazione di un modello di ʼimam italianoʼ, formatosi con la nostra cultura e consapevole delle nostre regole giuridiche"

Un pakistano di 25 anni, sospettato di collusioni con il terrorismo, è stato raggiunto da un ordine di espulsione emesso dal ministro dell'Interno, Angelino Alfano, eseguito dai carabinieri del Ros a Vaprio d'Adda, nel Milanese. L'uomo lavorava come magazziniere in un negozio di articoli sportivi. Secondo gli inquirenti si tratterebbe di un "aspirante combattente", che avrebbe già prestato giuramento di sottomissione al Califfato.

Alfano: "Pericoloso, più volte aveva affermato la sua appartenenza a Isis" - Il cittadino pakistano, ha spiegato Alfano, "aveva più volte affermato la sua appartenenza ideologica a Isis, elogiando gli efferati gesti compiuti dai terroristi jihadisti, e il suo comportamento era stato ritenuto particolarmente pericoloso perché, oltre a rispondere a un profilo di radicalizzato, tratteggiava una persona molto attiva su internet, in piena linea con lo schema di violenza diffuso da Isis via web, impegnato nel proselitismo nei confronti persino di sua moglie, convinto, in modo esaltato, di volere raggiungere i principali teatri del conflitto per offrire il proprio contributo come combattente, pronto a un atto di martirio in nome della jihad".

"Ha elogiato attacchi terroristici di Parigi"
- "In quest'ottica - ha spiegato ancora Alfano -, rientra anche la sua esaltazione per gli attentati terroristici di Parigi, considerati la giusta e inevitabile risposta agli attacchi militari dei francesi e della coalizione anti-Isis nell'area siro-irachena e, infine, la sua dichiarata conoscenza del modo per reperire i materiali necessari alla costruzione di ordigni esplosivi".

Alfano: "Lavoriamo per creare 'imam italiani'" - "Stiamo lavorando per creare un nuovo modello di imam, che possiamo definire un 'imam italiano' - ha aggiunto Alfano -. Nelle moschee vogliamo che a predicare siano imam formati alla cultura italiana e consapevoli delle nostre regole giuridiche, così che le guide islamiche abbiano una formazione culturale italiana, mentre adesso si sono tutte formate al di là del Mediterraneo e quindi hanno valori diversi dai nostri e talvolta inclinazioni radicali".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali