FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rebibbia, madre killer: "I miei bimbi ora liberi" | Bonafede sospende i vertici

Dichiarata la morte celebrale per il secondo bambino. Lʼaltro, di appena 4 mesi, era deceduto sul colpo

"I miei bambini adesso sono liberi". Queste le parole raccolte dall'avvocato della detenuta che martedì ha gettato i due figli nella tromba delle scale del carcere di Rebibbia. Nel corso del colloquio, avvenuto nel reparto di psichiatria dell'ospedale Pertini, dove si trova piantonata, la 33enne tedesca, in base a quanto riferisce il suo difensore Andrea Palmiero, è apparsa consapevole di quanto fatto. ​Il piccolo di 4 mesi era morto sul colpo, per l'altro di 2 anni mercoledì è stata accertata la morte cerebrale.

Le scelte del Guardasigilli - ​Intanto il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha sospeso la direttrice e la vicedirettrice della sezione femminile del carcere romano di Rebibbia e il vicecomandante del reparto di polizia penitenziaria. I provvedimenti contro i vertici del carcere sono stati adottati dal capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, Francesco Basentini, che ha disposto accertamenti a partire da martedì.

La ricostruzione della madre - "Sapevo che ieri era in programma l'udienza davanti ai giudici del Riesame che dovevano discutere della mia posizione - ha aggiunto -. I miei figli li ho liberati, adesso sono in Paradiso". Così la madre ha giustificato il proprio gesto. La donna era stata arrestata il 28 agosto scorso a Roma perché trovata in possesso di 10 chilogrammi di marijuana. Nei suoi confronti è stato applicato l'arresto in flagranza di reato, misura che dovrà essere convalidata nei prossimi giorni dal gip.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali