FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Istat: diminuiscono le vittime degli incidenti stradali

Rispetto al 2017 si è registrato un lieve calo dellʼ1,6%. In aumento però i morti sulle autostrade a causa del crollo del Ponte Morandi

In calo il numero delle vittime di incidenti stradali in Italia. Secondo dati Istat nel 2018 sono stati 172.344 gli incidenti stradali con lesioni a persone, in calo dell'1,5% rispetto al 2017, con 3.325 vittime (morti entro 30 giorni dall'incidente) e 242.621 feriti (-1,7%). Il numero dei morti torna dunque a diminuire rispetto al 2017 (-53 unità, pari a -1,6%).

Sebbene il numero dei morti per incidenti stradali sia complessivamente in diminuzione, l'Istat rileva che sono aumentate nel 2018 le vittime sulle autostrade - da 296 nel 2017 a 327 con un +10,5% - e ciò a causa del crollo del Ponte Morandi che ha coinvolto numerosi veicoli e causato 43 vittime.

Il numero degli incidenti con esito mortale sulle autostrade rimane comunque sostanzialmente invariato - da 253 a 255 tra il 2017 e il 2018. Sulle strade extraurbane e urbane le vittime diminuiscono (rispettivamente 1.596, -1,2% e 1.402, -4,4%).

Tra i morti risultano in aumento i pedoni (609 con un aumento del +1,5%), i ciclomotoristi (108, +17,4%) e gli occupanti di autocarri (188, +15,3%). Sono in diminuzione, invece, i motociclisti (685, -6,8%), i ciclisti (219, -13,8%) e gli automobilisti (1.420, -3,0%).

"Registriamo un aumento delle vittime delle categorie vulnerabili, in particolare tra i pedoni", ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'Automobile Club d'Italia. Secondo i dati nel 2018 le vittime tra i 15-19 anni sono aumentate del 25,4%, tra gli anziani del 22%, tra i ciclomotoristi del 17,4% e tra i pedoni del 1,5%.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali