FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il caso Marco Vannini raccontato in un minuto

Quarto Grado Files ripercorre la vicenda del giovane 20enne di Ladispoli morto in circostanze sospette

La quinta puntata di "Quarto Grado Files", la video rubrica legata al programma televisivo condotto da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero che ripercorre i più importanti fatti di cronaca, è dedicata a Marco Vannini. Il giovane 20enne muore a Ladispoli in circostanze sospette mentre si trova a casa dei suoceri. È il 17 maggio 2015 e nella villetta sono presenti Martina Ciontoli, la fidanzata di Marco, i genitori di lei (Antonio e Maria) e il fratello Federico con la ragazza Viola Giorgini.

Poco dopo le 23, i vicini sentono uno sparo. La famiglia decide di chiamare l’ambulanza ma poi cambia idea, per richiamarla solo dopo la mezzanotte. In ospedale Antonio confessa di aver sparato un colpo (pensando che la pistola fosse scarica, dichiarerà successivamente) ma è troppo tardi. Marco non ce l’ha fatta. La famiglia Ciontoli è rinviata a giudizio con dolo eventuale, Viola per omissione di soccorso. Ancora non è ben chiaro cosa sia successo realmente quella notte.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali