Torino, lettera di minacce alla Lavazza