FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Camorra, preso il reggente del clan Cuccaro La folla tenta di strapparlo ai carabinieri

Torre Annunziata, Luigi Cuccaro è stato preso in un nascondiglio in casa del cognato. Ressa in strada al momento dellʼarresto

Camorra, preso il reggente del clan Cuccaro La folla tenta di strapparlo ai carabinieri

I carabinieri di Torre Annunziata (Napoli) hanno arrestato il latitante Luigi Cuccaro, reggente dell'omonimo clan. Il boss è stato scovato a casa del cognato, nel quartiere Barra, roccaforte del clan, in un nascondiglio ricavato tra le pareti dell'ingresso, a cui si accedeva rimuovendo un attaccapanni. Quando stavano per portarlo via c'è stata ressa in strada: la gente ha tentato di strappare il boss dalle mani dei carabinieri.

Camorra, preso il reggente del clan Cuccaro La folla tenta di strapparlo ai carabinieri

Malgrado fosse notte fonda, la voce dell'arresto del latitante Luigi Cuccaro, 42 anni, si è subito diffusa nel quartiere: la gente si è riversata per le strade, ha atteso l'uscita dei militari e dell'arrestato, poi ha fatto ressa intorno alle auto dei carabinieri nel tentativo di strappare Cuccaro dalle mani delle forze dell'ordine e impedire che venisse portato via.

Boss "tradito" dalla festa per l'onomastico - Il boss doveva incontrare la moglie e il figlio piccolo a casa del cognato dov'era stata organizzata una festa per il suo onomastico. Luigi Cuccaro era ricercato da due anni: è destinatario di tre ordinanze di arresto emesse su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia per omicidio, associazione per delinquere di tipo mafioso e associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e al contrabbando. I militari, da tempo, tenevano sotto controllo la roccaforte del clan, dove si erano concentrate le ricerche del latitante.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali