FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Camera ardente per Borrelli al tribunale di Milano: Di Pietro piange davanti al feretro

Lʼex pm del pool "Mani pulite" ha indossato di nuovo la toga e si è soffermato vicino alla bara come hanno fatto a turno altri magistrati. Ai funerali era presente anche Sergio Cusani

Con gli occhi gonfi di lacrime, l'ex pm del pool "Mani pulite" Antonio Di Pietro ha reso omaggio al suo capo Francesco Saverio Borrelli alla camera ardente a Milano. Inseguito dai giornalisti, l'ex ministro ha preferito non parlare mentre ha salutato a lungo i familiari di Borrelli e i suoi ex colleghi Francesco Greco e Gherardo Colombo. Di Pietro ha indossato di nuovo la toga e si è soffermato vicino alla bara come hanno fatto a turno altri magistrati.

Borrelli, camera ardente a Milano

Dopo aver salutato e abbracciato Alberti Nobili, a capo del pool antiterrorismo della Procura di Milano, Di Pietro ha lasciato il tribunale da una porta secondaria, non fermandosi a parlare con i tanti giornalisti che lo aspettavano.

C'è stato un lungo applauso di tutte le toghe milanesi, avvocati e magistrati, alla chiusura della camera ardente a Palazzo di Giustizia. Sulla grande scalinata due cordoni di magistrati e avvocati in toga hanno applaudito al passaggio del feretro sorretto da colleghi e dagli uomini della sua scorta. A portare la toga rossa, che era stata appoggiata sulla bara, il procuratore della Repubblica Francesco Greco.

Ai funerali alla Basilica di Santa Croce a Milano era presente anche Sergio Cusani, uno dei primi condannati al processo che scaturì dall'inchiesta "Mani pulite". Nel 2014 Cusani era già stato ai funerali dell'ex procuratore capo di Milano Gerardo D'Ambrosio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali