FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cagliari, uccise la vicina di casa per pappagallo molesto: condannato a 22 anni

Il 49enne Ignazio Frailis è stato condannato dalla Corte dʼAssise per lʼomicidio di Maria Bonaria Contu

Il 49enne Ignazio Frailis è stato condannato dalla corte d'Assise di Cagliari a 22 anni e 6 mesi di carcere per aver ucciso con 11 coltellate, in un parco di Capoterra (Cagliari), la vicina di casa Maria Bonaria Contu. L'imputato l'ha aggredita per le angherie verbali e le parolacce che il pappagallo della 60enne gli rivolgeva quotidianamente. A Frailis è stato riconosciuto anche il parziale vizio di mente.

La Corte, presieduta dal giudice Giovanni Massidda, ha disposto anche che l'imputato, dopo aver scontato la pena, resti altri tre anni in una casa di cura proprio perché gli è stato riconosciuto il parziale vizio di mente. A ritenerlo capace di intendere era stato invece il pm Paolo De Angelis che aveva chiesto l'ergastolo.

La pensionata 60enne di Capoterra, era stata uccisa il 2 maggio 2017 mentre passeggiava in compagnia di due amiche nel parco della comunità montana. Non del tutto soddisfatti per il riconoscimento del parziale vizio di mente i difensori Fabio Pili e Gigi Porcella. Alla famiglia della vittima, costituitasi parte civile, è stato riconosciuto un risarcimento di oltre 300 mila euro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali