TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

6/10/2009

Sandro Ruotolo minacciato di morte

Pedinato il numero 2 di Annozero

Sandro Ruotolo ha ricevuto minacce di morte, rivolte sia al numero 2 di Annozero sia alla sua famiglia. Sulla vicenda sta indagando la Digos di Roma. Secondo le prime notizie non sarebbe soltanto l'opera di un mitomane. Gli investigatori stanno esaminando una lettera da cui emerge che il giornalista è stato pedinato e sorvegliato. Si fa inoltre riferimento a un elenco di "obiettivi", tra i quali Ruotolo sarebbe il secondo.

Al più stretto collaboratore di Michele Santoro per la trasmissione tv Annozero è dunque stata recapitata una lettera anonima che gli rivolge minacce di morte. La missiva è pervenuta al domicilio privato del giornalista. Proprio dal suo contenuto si capisce che Ruotolo è quasi sicuramente stato pedinato e tenuto d'occhio da sconosciuti: nella lettera ci sarebbero infatti indicazioni al suo riguardo particolarmente precise e dettagliate. Grazie a una attenta sorveglianza infatti chi ha minacciato il giornalista ha dimostrato di aver acquisito nei suoi confronti importanti elementi di "pressione" nei suoi confronti.

Rutolo si è rivolto subito agli uffici di polizia di Roma, ai quali ha consegnato la lettera ricevuta, e la Digos ha immediatamente avviato le indagini per vederci chiaro. Nella missiva si dice che il giornalista è il secondo obiettivo di una lista, che però non comprenderebbe, secondo quanto appreso fino a questo momento, altre persone legate ad Annozero.

"Mi fido degli investigatori, quello che loro dicono mi va bene, sono dei professionisti" ha detto Ruotolo alla richiesta di informazioni su quanto accaduto. "Non posso dire di più per ovvie ragioni di riserbo legate alle indagini. L'unica cosa che posso sicuramente affermare è che continuerò a fare il giornalista con la schiena dritta. Queste cose non mi fermano". Va segnalato che nè l'indirizzo dell'abitazione nè il numero di telefono di Sandro Ruotolo compaiono negli elenchi telefonici sul Web, un motivo in più per ritenere che il gironalsita sia stato effettivamente seguito e sorvegliato fino a ottenere i suoi recapiti.

Schifani: "Ruotolo non deve sentirsi solo"
"Mi associo a questa solidarietà. Ogni giornalista, al di là delle polemiche, ha il diritto di poter lavorare in piena serenità. Mi auguro che Ruotolo non si lasci intimidire e continui a lavorare in piena serenità non sentendosi solo perché ha al fianco i colleghi e le istituzioni". Lo ha detto il presidente del Senato, Renato Schifani, ospite del programma 'Il fatto del giorno', condotto da Monica Setta su Raidue.

Ultimo aggiornamento ore 14:23


Windows Live Condividi con Messenger
  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark
IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true

Home page di Cronaca