TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

23/7/2009

Di Canio a Gdf: "Conosco chi conta"

Ex calciatore denunciato: non ho offeso

Giornata nera per l'ex calciatore della Lazio Paolo Di Canio. Come racconta il Corriere della Sera, l'ex atleta ha dato spettacolo a Porto Santo Stefano. Fermato da una pattuglia delle Fiamme Gialle per un controllo Di Canio se l'è presa coi finanzieri: "Conosco chi conta. Vi faccio trasferire". Poi è salito sul traghetto per poi scendere, costretto dagli agenti che lo hanno denunciato. L'ex calciatore ha poi replicato: "Non ho offeso nessuno".

I finanzieri operavano un normale controllo sugli "indici di capa­cità contributiva", un accerta­mento che all’Argentario, dove quoti­dianamente arrivano vip e ma­gnati con yacht e macchine di lusso, è prassi. Alla richiesta dei documenti per­sonali l'ex laziale è esploso iniziando a offen­dere gli agenti, minacciandoli di farli trasferire e di chiamare a Roma persone "che conta­no". Alle parolacce si è aggiunto un proverbiale: "Ma andate a prendere i brigatisti, invece di infastidire un onesto cittadino".

Di Canio si sarebbe poi rifiutato di firmare il verbale di accertamento, salendo in auto sul traghetto in partenza per l'isola del Giglio. A quel punto i finanzieri l'avrebbero raggiunto ed è partita una serrata trattativa tra l'ex calciatore, i militari della Fiamme Gialle e molti viaggiatori, infastiditi per il ritardo causato dalla lite in corso. Di Canio è stato costretto a scendere e a trascorrere più di un'ora in caserma. Risultato: vacanze ritardate ed una denuncia per minacce e resistenza a pubblico ufficale.

La replica di Di Canio: "Nessuna offesa"
"C'è stato un momento di accaloramento, mi assumo le mie resposabilità e dirò le mie ragioni, come faranno giustamente i finanzieri: ma non ho offeso nessuno e non ho pronunciato le frasi che giornali e siti mi hanno attribuito. Questo è l'aspetto che mi indigna e al quale tengo di più". Paolo Di Canio ha voluto dare la propria versione su quanto accaduto a Monte Argentario. L'ex calciatore ha raccontato di essere arrivato per primo all'imbarco per il Giglio e di aver ricevuto la richiesta dei documenti per un controllo di routine della Guardia di Finanza solo poco prima della partenza.

"Per scrivere due righe su un prestampato hanno impiegato molti minuti rischiando di farmi perdere il traghetto e a quel punto mi sono lamentato. Mi sono sentito rispondere 'Possiamo trattenerla quanto vogliamo' e allora ho reagito dicendo 'state facendo i fenomeni, questo è un abuso'. Ma non ho mai detto frasi del tipo 'Non sapete chi sono io, conosco chi conta'. Non è un atteggiamento nel dna, nel mio modo di fare e nella mia educazione".

C'e' stato anche un seguito sul traghetto dove Di Canio è stato raggiunto dai finanzieri per essere portato in caserma. "Ho alzato le braccia - ha proseguito - ho fatto resistenza passiva. Mi hanno strappato calzoncini e maglietta e ho detto 'fate questo abuso fino in fondo, portatemi via di forza e in manette'. Ho avuto la solidarietà della gente e poi mi sono deciso a seguire i finanzieri guardando i bambini che aspettavano di partire con le famiglie col traghetto già in ritardo". "Ci metto la faccia sul mio comportamento, ma non voglio rispondere di quello che non ho detto o fatto", ha concluso.

Ultimo aggiornamento ore 19:44


Windows Live Condividi con Messenger
  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark
IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true

Home page di Cronaca