TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

5/3/2009

Caffarella,"Dna non dei due romeni"

Stupro Roma,esami favorevoli a indagati

Esito negativo degli ulteriori accertamenti, disposti dalla Procura di Roma, sulle tracce biologiche sequestrate dalle forze dell'ordine nell'inchiesta sullo stupro nel parco della Caffarella. Le analisi, effettuate dall'istituto di medicina legale dell'Università La Sapienza, avrebbero avuto esito favorevole per i romeni Alexandru Loyos Isztoika, 20 anni, e Karol Racz, 36 anni, inizialmente accusati per i fatti dello scorso 14 febbraio.

Le analisi compiute dalla genetista Carla Vecchiotti avrebbero perciò confermato quanto già stabilito dalla polizia scientifica: ossia che il Dna estratto dai tamponi, dai mozziconi di sigarette e da altri oggetti affidati agli esperti non è di Alexadru Isztoika Loyos e di Karol Racz, i due romeni inizialemente accusati dello stupro della ragazzina di 14 anni.

Non si è trattato di un nuovo esame del test genetico, ma di una comparazione del dna prelevato dalla scientifica e quello dei due indagati. In procura è stato precisato che l'attività di laboratorio non è ancora conclusa. La polizia scientifica deve, in particolare, ultimare gli esami sugli indumenti della ragazzina e su altri reperti, compreso il cappotto marrone con una macchia di sangue che la proprietaria di un bar diede alla ragazzina dopo lo stupro.

In attesa dell'udienza del tribunale del riesame, in programma lunedì prossimo, il pm Vincenzo Barba deve ora formulare il proprio parere sulle richieste di scarcerazione. In Procura c'è scetticismo sull'ipotesi che dietro la confessione di Isztoika si celi la copertura di altri presunti responsabili.

Dna non è del fidanzatino della 14enne
I due profili di Dna non sono riconducibili al fidanzatino della ragazzina di 14 anni violentata nel parco romano della Caffarella. Gli inquirenti avevano deciso di prelevare il codice genetico del giovane al fine di chiarire con maggior precisione l'appartenenza dei dna estrapolati dai reperti.

IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true