TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

7/11/2008

Camorra, "Casalesi hanno tritolo"

Caserta,allerta delle forze dell'ordine

Cinquanta chili di tritolo per sferrare l'attacco finale allo Stato. E' quanto emerge dall'attività d'intelligence delle forze dell'ordine nei confronti del clan dei Casalesi, che opera nel Casertano. Secondo quanto scrive La Repubblica, il clan sarebbe pronto ad usare l'esplosivo per colpire obiettivi sensibili ed eliminare alcuni nemici: primi tra tutti lo scrittore Roberto Saviano e il magistrato Raffaele Cantone.

Il clan dei Casalesi, stando sempre alle indiscrezioni che derivano da ambienti investigativi, sarebbe in difficoltà per via della strategia violenta che ha intrapreso. Il gruppo di fuoco che ha massacrato gli africani di Castel Volturno, sarebbe braccato ed avrebbe le ore contate. Attorno a Setola, capo del clan e latitante, è stata fatta terra bruciata. Ed è proprio questa situazione a mettere in allarme gli inquirenti. La disperazione di Setola potrebbe fargli sferrare un grosso attacco nei confronti dello Stato.

D'altra parte pare che i Casalesi siano davvero in possesso di una grossa quantità di tritolo. Il pentito Spagnuolo ha raccontato che ad ottobre Setola stava cercando un detonatore per fare esplodere il tritolo. Sarebbe stato lo stesso Setola a confidarlo a Spagnuolo. Così le forze dell'ordine sono entrate in allerta e il governo pensa anche ad aumentare il numero dei paracadutisti dell'esercito presenti nel Casertano. Nel mirino dei Casalesi ci sono magistrati e uomini delle istituzioni. Ma anche lo scrittore Roberto Saviano.

Scritte pro-Saviano sui muri di Milano
Siamo tutti Saviano, al punto da prenderne perfino il cognome: questo è il messaggio che una ventina di giovani ha voluto lanciare a Milano coprendo i muri della centrale via San Vincenzo con le gigantografie dei loro ritratti. Sotto ogni viso il nome di battesimo di ciascuno seguito dal cognome dello scrittore anticamorra. A compiere il blitz non è stata un'associazione o un'organizzazione politica: si è trattato di una iniziativa spontanea nata dal passaparola di un gruppo di ragazzi accomunati soltanto dal progetto di un blog (Savianocontinua.blogspot.com) e dalla speranza che l'esperimento possa essere replicato anche in altre città.

Strage Castel Volturno, due arresti
Davide Granata, 33 anni, e Giuseppe Alluce, di 32 anni, entrambi di Casal di Principe (Caserta) e ritenuti componenti del gruppo di fuoco di Giuseppe Setola, boss a capo di una fazione del clan dei Casalesi e ritenuto responsabile di una serie di agguati e omicidi, tra cui la strage di Castelvolturno, sono stati arrestati dagli agenti della Squadra mobile.

Altri arresti nel Casertano
Un pregiudicato Vincenzo Cirillo, di 25 anni, ritenuto un fiancheggiatore del gruppo di fuoco dei Casalesi, capeggiato dal latitante Giuseppe Setola, è stato arrestato da agenti della sezione staccata della squadra mobile di Caserta. L'uomo è accusato di associazione per delinquere di tipo camorristico aggravata dal metodo terroristico, estorsione e detenzione abusiva di armi e munizioni.

"Terra bruciata intorno al boss"
Il questore di Caserta, Carmelo Casabona, commenta gli arresti tra i fiancheggiatori del boss Giuseppe Setola. "Gli arresti degli ultimi anni sono il frutto di una strategia operativa concordata con la Dda di Napoli, che ci ha consentito di fare ormai terra bruciata attorno al latitante Giuseppe Setola, il capo del gruppo di fuoco di una fazione del clan camorristico dei Casalesi, che in pochi mesi ha seminato terrore e morte tra Casal di Principe e Castelvolturno", ha detto il questore.

IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true