TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

1/7/2008

Rom Verona,gip: "Fermi strumentali"

Scarcerati nomadi fermati lunedì

Il gip di Verona, Giorgio Piziali, interviene nella vicenda degli otto nomadi fermati dalla polizia con l'accusa di aver costretto i figli a compiere furti in abitazioni: "Il delicato istituto" del fermo è stato "piegato ad altri fini, tutti gravemente lesivi delle regole, anche costituzionali, che presiedono la libertà personale". Il giudice lo ha scritto nell'ordinanza con la quale ha rigettato la richiesta di convalida dello stesso fermo.

Per il Gip, il fermo "non può essere utilizzato né dagli organi di Pg, né dal pubblico ministero per finalità diverse da quelle sue proprie, che consistono esclusivamente nell'intervento di urgenza motivato da un concreto e comprovato pericolo di fuga".

"L'assoluta assenza di un reale e concreto pericolo di fuga - scrive Piziali - fa emergere come il delicato istituto sia stato piegato ad altri fini, che - precisa - non sono di interesse di questo giudice, ma che si individuano sullo sfondo di questa scelta e che sono tutti gravemente lesivi delle regole, anche costituzionali che presiedono la libertà personale".

Quelle fatte sui bambini coinvolte nell'inchiesta - sostiene il Gip di Verona - erano ''mere espressioni linguistiche rudi e volgari'' alle quali non si può dire seguissero ''condotte corrispondenti''. Nelle telefonate, intercettate dalla Polizia, alcuni adulti dicono ai bambini che li avrebbero picchiati se non fossero tornati con la refurtiva e che avrebbero fatto violentare le bambine. Secondo il Gip, si tratta di ''mere espressioni linguistiche rudi e volgari (delle imprecazioni per intenderci - scrive -) utilizzate con funzione aggressiva e intimidatoria, ma senza che si possa dire, in questa fase e con i dati fin qui acquisiti - a parere del Gip - che siano frasi cui si potevano ritenere seguissero condotte corrispondenti''.

Sempre secondo il Gip, infine, dalle conversazioni è ''ravvisabile un sodalizio criminale organizzato e stabile, che si muove utilizzando vari minori'' per commettere reati contro
il patrimonio, ''radicato su base familiare'' ma ''diverso dalle semplici aggregazioni familiari'' degli indagati, con ''una struttura più organizzata in cui tutti i minori facenti capo alla famiglia allargata sono utilizzati congiuntamente''.

Invia un commento


COMMENTI

03/07/08

floriana verona

Carolina
finalmente un po' di giustizia anche per i romeni...giusto così.
02/07/08

MA COME PUOI DIRE QUESSTO?? VIVI NEL NOSTRO MONDO O NEL MONDO DEI BALOCCHI??? a ME SONO GIA' ENTRATI IN CASA E HANNO RUBATO TUTTO (RAGAZZINI ZINGARI MINORENNI!!!!) E NESSUNO GLI HAFATTO NULLA...e' giusto cosi'????? ma daiiiiiiiiii ma trovo strano questso modo di pensare... fintanto che c'e' gente che pensa cosi' dove vogliamo andare!!!!!
IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true