ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
19/8/2006

Hina: "Mio padre mi bastona"

Pachistana denunciò violenze domestiche

L'ultima volta le è costata la vita, ma non è stata l'unica. Hina Saleem, la giovane pachistana trovata morta nel giardino di casa, a Sarezzo, nel Bresciano, aveva più volte denunciato violenze subite tra le mura domestiche. Non solo dal padre, zio e cognato, ora superindiziati dell'omicidio, ma anche - come rivela il Giorno - dagli altri componenti della famiglia. Schiaffi, bastonate, colpi di taglierino: l'incubo di Hina durava da tempo.

Una giovane ragazza ribelle, Hina. Lei, pachistana, arrivata in Italia sette anni fa per raggiungere insieme al resto della famiglia il padre che aveva trovato lavoro nel Bresciano, nel nostro Paese si era ambientata subito . Anche troppo secondo i familiari. L'abbigliamento non adeguato ai canoni della religione musulmana, il vizio del fumo, una storia d'amore con un ragazzo bresciano. "Ti comporti da cristiana e non da una musulmana, non puoi far finta di essere una qualunque ragazza occidentale", le intimavano. Prima le minacce, poi le botte. Agli amici, Hina aveva raccontato le violenze perpetrate dal padre, l'indifferenza degli altri parenti: "Mio padre mi bastona, davanti a tutta la famiglia che resta indifferente". Bastonate, ma anche schiaffi, colpi di taglierino. Spesso, l'indifferenza dei parenti si trasformava in violenza. Perchè a picchiare la ragazza non era solo il padre. La madre, oltre a coprire il marito quando spezzò un dito alla figlia - "Hina è caduta dalla bicicletta", si giustificò col medico del pronto soccorso -  non esitava a picchiare la giovane. Così come i fratelli e i cugini. Ma le violenze, secondo quanto riferisce il Giorno, erano anche sessuali: il padre, quando la madre si assentava, riservava alla ragazza attenzioni a dir poco morbose. "Ho gridato che l'avrei detto alla mamma, mi ha risposto che lei lo sapeva già". L'incubo di Hina durava da tempo, appena dopo l'arrivo in Italia, per concludersi nel giardino di casa, tra gli alberi di prugne e le piante di pomodori. 

IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true