FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

 
Le notizie del giorno
 
 
14.4.2012

Morosini muore in campo a 25 anni, stop al calcio
Pescara, bufera sui soccorsi: ambulanza in ritardo

Inutile il massaggio cardiaco subito dopo il collasso.L'ambulanza bloccata da un'auto dei vigili in divieto di sosta, avviata un'indagine. La Figc ferma tutti i campionati

09:27 - Non ce l'ha fatta il calciatore 25enne del Livorno, Piermario Morosini, morto per un improvviso malore durante la partita contro il Pescara. Il giocatore ha avuto un arresto cardiaco in campo ed è stato soccorso dai medici che gli hanno praticato immediatamente un massaggio cardiaco. Morosini è stato poi portato al Pronto Soccorso dell'ospedale civile del capoluogo abruzzese in ambulanza, mentre i compagni erano in lacrime. 
La partita è stata subito dopo sospesa. Ci sarebbe stato un ritardo dell'ambulanza per un ingresso ostruito da un'auto. Durante i concitati momenti del soccorso, tutto il pubblico ha iniziato a chiedere a gran voce la sospensione del match. Sugli spalti anche un tifoso ha avuto un malore ed è stato subito assistito.

Le due squadre sono rientrate negli spogliatoi, a rimanere qualche minuto in più in campo solamente l'allenatore Zeman. Morosini è collassato quando era lontano dall'azione di gioco. Durante il trasporto in ambulanza il calciatore era in arresto cardiaco. A riferirlo fonti mediche, che avevano aggiunto: "Il giocatore è stato messo in coma farmacologico per permettere l'applicazione di uno stimolatore esterno".

Una famiglia colpita dai lutti
Negli ultimi anni il giovane aveva subito una serie di lutti in famiglia: a partire dal suicidio del fratello portatore di handicap, poi la morte della madre nel 2001; nel 2003 invece quella del padre Aldo. Morosini aveva una sorella gravemente malata. Il 25enne era rimasto l'unico familiare a potersi occupare di lei: dopo la morte del papà infatti anche il fratello maggiore è scomparso. 

Il momento del collasso
Un'azione offensiva del Pescara, la corsa lontano dal pallone, e poi improvviso il crollo a terra sul vertice della propria area: è la terribile scena di cui è stato protagonista al trentunesimo il centrocampista del Livorno. Il giocatore è caduto in avanti, faccia a terra, apparrentemente in preda a convulsioni, e immediatamente le due panchine e il guardalinee hanno attirato l'attenzione dell'arbitro Baratta che ha fermato il gioco. I medici hanno soccorso Morosini usando un defibrillatore.

Ambulanza bloccata da un'auto dei vigili, il Comune di Pescara indaga
Problemi per l'ambulanza che ha soccorso Piermario Morosini: il mezzo è stato bloccato per qualche minuto da un'auto dei vigili urbani che ostacolava l'ingresso al campo. Per rimuovere il mezzo in quegli attimi concitati è stato rotto un vetro. Ma, come ha sottolineato il cardiologo Paloscia, "un minuto in più o un minuto in meno nei soccorsi non sarebbe servito a nulla. Il cuore si è fermato e non ha più ripreso a battere". Il Comune di Pescara avvierà un'indagine interna e collaborerà con l'autorità giudiziaria per fare chiarezza sulla vicenda del mezzo della Polizia Municipale.

A.d. del Pescara: "Era cosciente dopo il primo soccorso"
Piermario Morosini era cosciente quando è stato sollevato in barella e portato dentro l'ambulanza, sul campo dello stadio del Pescara. ''Mi ha guardato negli occhi quando è entrato nella vettura - ha raccontato l'A.d. del Pescara, Danilo Iannascoli -. Stiamo vivendo un dramma. L'ambulanza in ritardo? Non so, ma so che l'ingresso in campo era ostruito da una vettura". ''Morosini - ha raccontato il dirigente - è caduto, ha provato a rialzarsi ma è ricaduto. Il nostro massaggiatore si è reso conto del dramma".

Urla e pianti dei compagni
Urla e pianti a dirotto, dall'interno del Pronto Soccorso, dove il giocatore del Livorno era arrivato in arresto cardiaco, da parte dei compagni di squadra alla notizia della sua morte. La polizia ha fatto allontanare i giornalisti fuori dall'ospedale.

Fermi tutti i campionati di calcio
Stop a tutti i campionati di calcio nel fine settimana, dopo la tragica morte di Piermario Morosini. Lo ha deciso la Federcalcio. La sospensione delle competizioni, ha annunciato il direttore generale della Figc, Antonello Valentini, è immediatamente in vigore a partire da Milan-Genoa prevista al Meazza alle 18.00.

Magistrato dispone autopsia
La salma di Piermario Morosini è stata trasferita nell'obitorio dell'ospedale civile di Pescara. Il pm della Procura pescarese Valentina D'Agostino ha disposto l'autopsia.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile