FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Furbetti del cartellino" nel comune di Sulmona, 25 indagati per assenteismo

Le multe partono da alcune migliaia di euro, fino ad arrivare a 120 mila per i dirigenti coinvolti nellʼinchiesta

Arrivano i primi provvedimenti per i cosiddetti "furbetti del cartellino" del comune di Sulmona, in Abruzzo. La Guardia di Finanza, su ordine della Corte dei Conti, ha notificato 25 indagati per assenteismo con sanzioni che variano per ogni singolo caso.

La multe partono da alcune migliaia di euro, fino ad arrivare a 120 mila per i dirigenti coinvolti nell'inchiesta. Un filmato, realizzato con le telecamere dislocate all'ingresso degli uffici comunali, ha permesso agli investigatori di incastrare 46 lavoratori. Dipendenti che timbravano il loro badge e quello degli altri per poi uscire, tenevano l'ombrello aperto o il casco da ciclista in testa per non farsi riconoscere. Alcuni di loro sono stati colti in flagrante mentre andavano al mercato, al bar, in palestra o raggiungevano l'amante invece di occupare il posto di lavoro.

Non si esclude che altri provvedimenti possano arrivare nei prossimi giorni. La procura, intanto, va avanti con l'inchiesta penale che coinvolge anche i soci delle cooperative che garantiscono servizi all'ente locale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali