FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Palio di Legnano 2018: la città si tuffa nel Medioevo

Il 27 maggio prende il via una serie di eventi e manifestazioni, oltre che la sfilata storica e la corsa ippica per la commemorazione della storica battaglia di Federico Barbarossa

Palio di Legnano 2018: la città si tuffa nel Medioevo

Legnano, l'unica città insieme a Roma ad essere citata nell'inno di Mameli, si veste con i colori del Palio. La battaglia del 29 maggio 1176 che vide l’imperatore tedesco Federico I° di Svevia, il Barbarossa, sconfitto dalla Lega Lombarda, è commemorata con una serie di incontri, manifestazioni, sfilate e corse ippiche organizzate da tre enti: il Comune, il Collegio dei capitani e delle contrade e la Famiglia Legnanese.

Tra le novità di quest’anno, è prevista una mostra all'aperto di costumi, armi, gioielli e una ricostruzione teatrale delle Marionette con la rappresentazione “La Battaglia di Legnano”. Il ciclo di eventi si terrà nel centro cittadino e per la sfilata, che avviene dagli anni Trenta del secolo scorso, sono previsti 1200 personaggi in costume medievale e il Carroccio, scortato dalla Compagnia della Morte guidata dal leggendario Alberto da Giussano. La ricostruzione del costume d'epoca è la caratteristica principale del Palio di Legnano, grazie alla presenza in città di vere e proprie sartorie di contrada impegnate tutto l'anno in un serio lavoro di ricerca storica. Infine, la corsa ippica con purosangue montati a pelo dai fantini, per l’aggiudicazione del Palio, che assegnerà alla contrada vincitrice, una riproduzione della Croce donata dal vescovo Ariberto d’Intimiano ai milanesi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali