FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Donnavventura alle Seychelles: il paradiso dell’Eden in pieno Oceano Indiano

Una vacanza di sole e relax tra fondali da sogno e flora lussureggiante

Donnavventura alle Seychelles: il paradiso dell’Eden in pieno Oceano Indiano

Le Seychelles sono un arcipelago di 115 isole, situato nell'Oceano Indiano. Il primo europeo a segnalarne l'esistenza, fu il grande ammiraglio portoghese Vasco daGama, nel 1502, prima di allora erano disabitate, ma da quel momento in poi divennero uno scalo importante delle lunghe tratte commerciali tra Africa e Asia, nonché base di pirati.Per questo motivo sui fondali si trovano svariati relitti di navi e alcuni potrebbero ancora custodire inviolati tesori.

Donnavventura alle Seychelles: il paradiso dell’Eden in pieno Oceano Indiano

Dapprima vennero chiamate “Isole dell'Ammiraglio”, in onore del loro scopritore; successivamente furono reclamate dai francesi che le ribattezzarono Seychelles, da Jean Moreau Séchelles allora ministro delle finanze; siamo a metà del XVIII° secolo quando in Francia regna Luigi XV. Fu quindi la volta degli inglesi che contesero il dominio dell'isola ai francesi assumendone il controllo a suon di scontri e battaglie, mantenuto sino al 1976 anno dell'indipendenza del Paese dal Regno Unito. E' singolare il fatto che non esista una popolazione originaria dell'arcipelago ma si tratti di una miscela eterogenea di europei, africani ed asiatici; tre sono le lingue ufficiali: inglese, francese e creolo delle Seychelles; anche altri aspetti della cultura come musica e cucina riflettono questa varietà.

La loro natura è rigogliosa, sono un vero e proprio santuario per flora e fauna che grazie all'isolamento e all'arrivo tardivo dell'uomo, hanno sviluppato molte specie endemiche come il raro “Pappagallo nero delle Seychelles” che è l'uccello nazionale o la tartaruga gigante di Aldabra, la più grande specie esistente al mondo: può arrivare a 300 chili di peso, un tipico esempio di gigantismo insulare dovuto all'assenza di predatori ed è anche estremamente longeva, può superare infatti i 150 anni.

Si conta inoltre un'ottantina di piante endemiche, tra cui diverse orchidee e il Coco de mer, una specie di palma che cresce solo sulle isole di Pralin e Curieuse. La sua particolarità è quella di produrre il più grande seme al mondo. Di tanto in tanto i marinai che navigavano nelle acque dell'Oceanio Indiano, trovando uno di questi strani frutti a noce,pesavano che crescessero in un giardino magico in fondo al mare.

E infine le spiagge, delle meravigliose distese di sabbia bianca, lambita da acque trasparenti che hanno fatto delle Seychelles una delle mete più ambite dagli amanti dei mari caldi. Fra le più belle vi è certamente Anse Georgette, incorniciata da massi granitici dai contorni levigati dall'acqua e dal vento e orlata dalla fitta e prospera vegetazione che arriva al limitare della spiaggia. Siamo all'estremità nord-occidentale dell'isola di Praslin, la seconda isola dell'arcipelago per grandezza situata a nord est della più grande Mahé dove vive pressoché il 90% della popolazione. Il restante si divide tra Pralin e La Digue, mentre le altre isole sono disabitate o ospitano comunità locali di dimensioni veramente ridotte. Vengono spesso definite come un giardino dell'Eden in virtù della loro florida bellezza e mai definizione fu più calzante.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali