FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Donnavventura a Milano: sui Navigli per gustare la vera cotoletta alla milanese

Alla scoperta della città della Madonnina con le inviate del programma

Donnavventura a Milano: sui Navigli per gustare la vera cotoletta alla milanese

Milano ha tante anime, profili diversi: è frenetica, romantica, avveniristica, tradizionale, artistica e bohemienne, ogni quartiere ha una propria identità che, girato l'angolo si è dissolta. Per respirare l'atmosfera più rilassata e artistica di questa città dai mille volti, bisogna andare sui Navigli, da sempre tra le zone più amate e frequentate.

Donnavventura a Milano: sui Navigli per gustare la vera cotoletta alla milanese

Un tempo costituivano una fondamentale via di comunicazione che connetteva Milano all'Europa Nordoccidentale, attraverso il collegamento con il Ticino, il lago di Como e quello Maggiore. Oggi invece sono meta d'elezione per il passeggio del sabato e della domenica pomeriggio: nelle giornate soleggiate è un piacere gironzolare, curiosando fra negozietti, bancarelle e gallerie d'arte. Per un aperitivo all'aperto, un pranzo, una cena o un semplice caffè non c'è che l'imbarazzo della scelta, lungo gli argini dei canali, da poco riqualificati e restituiti al loro originale aspetto, si aprono locali dai generi più disparati.

Chi viene a Milano però, non può non provare la vera cotoletta alla milanese, quella con l'osso, magari allo storico ristorante ElBrellin, una delle roccaforti della cucina tradizionale milanese che si trova al numero 14 di Alzaia Naviglio Grande e si affaccia su vicolo dei Lavandai.

Una volta qui venivano le lavandaie coi loro secchi e, inginocchiate sul “brellin” di legno, un'asse per proteggersi dal freddo, strofinavano i panni dei clienti sulle “brelle di pietra”. Il ristorante ha preso il posto dell'antica drogheria in cui le lavandaie si rifornivano di acqua calda, spazzole e sapone. La casa in cui si trova è del 1700 e mantiene intatta l'atmosfera di allora, grazie anche ai camini e ai soffitti a cassettoni.

La cucina offre specialità milanesi e lombarde, preparate in maniera tradizionale, ecco perché Donnavventura ha voluto venire proprio qui per vedere come si prepara l'autentica cotoletta alla milanese, quella con l'osso. Il segreto della cotoletta sta, innanzitutto nel taglio della carne, una fetta di lombata di vitello con l'osso che vienebattuta, impanata e fritta nel burro.

La cotoletta è al centro di una disputa internazionale, perché gli austriaci se ne attribuiscono la paternità sostenendo non sia altro che una versione della WienerSchnitzel viennese. Persino il maresciallo Radetzky, autore di annotazioni più leggendarie che reali, viene tirato in ballo in questa querelle che è probabilmente destinata a rimanere senza né vincitori né vinti, non essendo ancora state reperite fonti inconfutabili, inutile quindi arrovellarsi, meglio gustarsi una cotoletta croccante e succulenta che, se cucinata nella maniera giusta, è una vera leccornia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali