FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Innovazione, Lombardia capofila: oltre 200 brevetti in 10 anni

Nel periodo tra il 2005 e il 2015 ne sono stati depositati 191mila, il 28% del totale italiano

Innovazione, Lombardia capofila: oltre 200 brevetti in 10 anni

La Lombardia è capofila dell’innovazione in Italia. Ogni giorno vengono depositati, nella regione, 50 brevetti nazionali. In particolare, nel periodo tra il 2005 e il 2015 ne sono stati registrati quasi 191 mila, pari al 28% di tutti quelli italiani. Quindicimila sono stati, invece, i brevetti europei, ben il 34,5% dell’intero dato nazionale. Sul totale italiano "pesano" soprattutto le invenzioni lombarde: nel periodo di riferimento sono state quasi 29 mila su 97 mila, una percentuale del 30%. Gran parte di queste, circa 24 mila, sono nate a Milano. È quanto emerge dalle elaborazioni della Camera di Commercio del capoluogo lombardo, su dati del Ministero dello Sviluppo economico, riportate dalla Regione in vista del referendum consultivo per l’autonomia fissato per il 22 ottobre.

Milano è la provincia più virtuosa - Milano è la provincia che vanta il maggior numero di brevetti nazionali: oltre 157mila; l’82,4% del totale lombardo e il 23,1% di quello nazionale. A seguire Roma che, però, fa registrare la metà dei brevetti: 85.521. Torino arriva a 52.158 e Bologna a 26.412. A livello regionale, la Lombardia è prima con 190.763. Seguono Lazio (92.408), Emilia Romagna (71.740) e Piemonte (65.265).

Brevetti europei - La Lombardia - nel periodo 2003-2013 - traina il Paese con 15.048 brevetti e Milano è la città più rappresentata, con una dato pari a 7.872 che rappresenta il 52,3% del totale lombardo e il 18,1% del totale nazionale. Al secondo posto l’Emilia Romagna con 6.841 (il 15,7% del totale nazionale). Per quanto riguarda le province, Milano da sola ha fatto più depositi dell’intera Emilia Romagna (7.872 contro 6.841). Seguono poi Torino (3.316, il 7,6% del totale nazionale), Bologna (2.700, 6,2%) e Monza e Brianza (1.887, 4,3%). Tra le prime spiccano altri capoluoghi lombardi come Brescia e Bergamo con il 3% e Varese con il 2%.

Invenzioni - Anche per l’area invenzioni il primato spetta alla Lombardia: nel periodo 2005-2015, ha registrato 28.630 novità. Al secondo e terzo posto, rispettivamente, Emilia Romagna (15.417) e Veneto (12.754). Milano è al vertice tra le province con 23.805 invenzioni. Si piazza, invece, al secondo posto Torino (10.592, meno della metà di Milano). Sul podio anche Bologna, con 7.818 invenzioni.

Divario tra Nord e Sud d’Italia - I dati evidenziano un divario significativo tra Nord e Sud. Le domande di brevetto nazionale depositate nel periodo di riferimento sono state solo 1.241 in Campania, 1.119 in Puglia, 1.025 in Sicilia e 694 in Calabria. Cambia poco anche sul fronte dei brevetti europei: 556 in Campania, 435 in Puglia, 214 in Sicilia e 105 in Calabria.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali