TG COM

!! AVVISO !! Se non vedi la grafica probabilmente stai usando un browser che non supporta gli standards web, hai comunque la piena accessibilita' ai contenuti di questo sito

ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
1/6/2004

Antartide: a caccia di meteoriti

Spedizione italiana ne recupera 126

Si Ŕ conclusa la pi¨ grande spedizione italiana in Antartide. Positivo il bilancio della missione del progetto comune di Cnr, Enea, Istituto nazionale di oceanografia e geofica e Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Oltre a perforare il ghiaccio fino alla profonditÓ di 3.200 metri per ricostruire la storia del clima sulla Terra, infatti, i ricercatori sono risuciti scovare ben 126 meteoriti primordiali per un peso complessivo di oltre 5 chili.

Considerata la regione pi¨ "produttiva" del pianeta per la ricerca di meteoriti caduti e ben conservati, l'Antartide Ŕ stata dunque una preziosa miniera anche per gli esperti italiani. Nell'ultimo "bottino" realizzato nel continente australe, infatti, ci sono pezzi rari o unici di materia extraterrestre che forniscono informazioni diversamente non disponibili.

Tra i frammenti spiccano numerosi tipi di condriti carboniose, ovvero le rocce che rappresentano la materia primordiale del Sistema solare, oltre a residui della superficie della Luna e di Marte. Nelle precedenti missioni in Antardide sono giÓ stati raccolti 609 meteoriti, tutti conservati nella sezione di Siena del Museo nazionale dell'Antartide, istituto che ne cura la classificazione e la distribuzione alla comunitÓ scientifica per studi sull'origine e sull'evoluzione del sistema solare.

Nel corso dell'ultima spedizione italiana, infine, sono state sperimentate con successo nuove tecniche di individuazione, basate sull'impiego di sensori magnetici. Il passato della Terra Ŕ sotto lo spesso mando di ghiaccio dell'Antartide: la ricerca della veritÓ Ŕ appena cominciata.