ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
9/7/2007

Un seno nuovo per espresso

Due taglie in più in pausa pranzo

Un seno nuovo, “maggiorato” anche di due taglie con un intervento super-fast, da effettuare anche nella pausa pranzo di una qualsiasi giornata di lavoro: l’obiettivo non è lontano e potrebbe diventare realtà già a partire dal 2008. Tutto questo avverrà senza bisturi, in anestesia locale e a costi competitivi rispetto all’impianto tradizionale in silicone, grazie a una semplice iniezione contenente un mix di cellule staminali prelevate dal tessuto adiposo della stessa paziente.

Lo riferisce la ricercatrice Lisa Melton sulla rivista “Chemistry & Industry”, il magazine della Società dell'Industria Chimica. spiegando che, a detta della compagnia biotech Californiana Cytori Therapeutics, non appena saranno disponibili i risultati dei trial clinici ora in corso su donne reduci da tumore al seno, la tecnica potrebbe arrivare in Europa. Insomma il “seno express” potrebbe diventare realtà già nel 2008. Battezzata “Celution”, la procedura si basa sul prelievo di in certo quantitativo di cellule dal tessuto adiposo del bacino o della pancia, da cui vengono isolate delle staminali; queste cellule vengono poi usate per creare un mix cellulare “amalgamato” con tessuto cartilagineo, che si inietta nel seno. Se in una prima fase i risultati saranno quasi impercettibili, nel giro di sei mesi, assicura la compagnia, la paziente potrà regalarsi un reggiseno di due taglie in più.

Secondo quanto riferito dal capo del settore Ricerca e Sviluppo dell'azienda, Kai Pinkernel, i test clinici attualmente vengono condotti su donne reduci da una mastectomia per tumore al seno, ma la tecnica è stata di recente approvata in Germania, quindi non appena i risultati clinici saranno definitivi, già a partire dal prossimo anno, Celution potrebbe di fatto diffondersi in tutta Europa.

La possibilità di rifarsi il seno in poco tempo e soprattutto senza un vero e proprio intervento chirurgico, è di sicuro allettante per molte donne che su una taglia in più di reggiseno hanno magari fatto un pensierino più di una volta. I trattamenti di medicina estetica fast d'altronde, hanno un successo crescente e inarrestabile come dimostrano le iniezioni spiana rughe al botulino. La Cytori ha quindi cavalcato l’onda, messo a punto un metodo per eseguire la mastoplastica additiva senza bisturi e in poco tempo. L’idea di base, ossia usare il tessuto adiposo per ingrandire il seno, non è nuova: fino ad ora però non era stata trovata una soluzione al fatto che  le cellule del tessuto adiposo vengono riassorbite dal tessuto della mammella. La soluzione che ha portato alla nuova metodica è basata sull’utilizzo di un mix di cellule prelevate in anestesia locale con una piccola liposuzione dal tessuto adiposo. In questo modo, insieme alle cellule di grasso vengono prelevate anche cellule staminali, che risolvono il problema del riassorbimento. Sistemate in un “involucro” di tessuto cartilagineo, le cellule vengono iniettate nel seno e nel giro di sei mesi si moltiplicano modificandone le dimensioni, con un esito più naturale rispetto alla chirurgia plastica tradizionale. In più, visto che il grasso necessario per l'impiato viene prelevato da pancia e fianchi, la paziente otterrà anche uno snellimento in queste zone critiche: insomma, prenderà i due proverbiali piccioni con una fava.