FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Napoli, Sarri con la sciarpa di Mancini: "Promessa mantenuta"

Grazie alle Iene il tecnico azzurro è andato a Marassi con la sciarpa del collega con scritto sopra il "Padre Nostro"

Napoli, Sarri con la sciarpa di Mancini: "Promessa mantenuta"

Non poteva esserci epilogo migliore per l'episodio più spiacevole e chiacchierato della settimana del pallone nostrano. Maurizio Sarri ha infatti mantenuto la promessa fatta alle Iene ed è sceso in campo a Marassi con al collo la sciarpa di Roberto Mancini. Dopo il violento diverbio di martedì sera, il tecnico azzurro ha indossato sulla tradizionale tuta l'inseparabile sciarpa del Mancio, mettendo così una volta per tutte la parola fine a una settimana di polemiche.

Napoli, Sarri con la sciarpa di Mancini: "Promessa mantenuta"

"E' una promessa fatta a Le Iene, dovevo mantenerla e mi ha fatto piacere farlo. Mi resta un po' di amarezza, ma l'errore più grande l'ho fatto io - ha detto il tecnico del Napoli nel dopogara - Amici con Mancini? Non direi, però l'ho conosciuto e ci siamo riappacificati".


"E' una sciarpa con scritto sopra il 'Padre Nostro' in tutte le lingue del mondo - ha spiegato Mancini dopo il pareggio beffa di San Siro con il Carpi - Io non avevo niente di Sarri però se mi vuole prestare Higuain lo prendo volentieri" ha scherzato poi l'allenatore nerazzurro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali