FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Milano, più gente a teatro che allo stadio: il Piccolo batte Inter e Milan

A pochi giorni dal derby, per la prima volta, lo storico teatro milanese ha più abbonati delle società di Thohir e Berlusconi

Milano, più gente a teatro che allo stadio: il Piccolo batte Inter e Milan

Clamoroso a Milano: il Piccolo teatro batte San Siro. Per la prima volta nella sua storia lo storico teatro milanese fa registrare un numero di abbonati superiore a quello di Inter e Milan. Da settembre 2015 a gennaio 2016, allo Strehler sono stati venduti oltre 25 mila abbonamenti, mentre le tessere dei supporter del Milan non arrivano a 20 mila e quelle dei tifosi nerazzurri, già scontate per il girone di ritorno, sono circa 23 mila. Un'inversione di tendenza inaspettata e resa ancor più sorprendente da un altro dato: il 35% degli spettatori sono giovani al di sotto dei 26 anni.

Difficile dare la colpa all'impianto che a maggio ospiterà la finale di Champions League, che negli ultimi anni è decisamente migliorato e dove adesso arriva anche la metropolitana, molto più probabilmente lo scarso calore del pubblico del Meazza è dovuto agli incerti risultati delle squadre milanesi, tanto che non ci aspetta il tutto esaurito neanche per il derby di domenica sera.


Dunque in Brera ci si stringe e a San Siro si sta comodi, e la società messa peggio è il Milan, che nelle prime nove gare casalinghe della stagione ha fatto registrare una media di 34mila spettatori, il dato più basso addirittura dal 1995. Il mercato di gennaio non è ancora chiuso, Galliani e Thohir potrebbero decidere di regalare un sogno ai tifosi per riportarli allo stadio, ma occhio al Piccolo: la campagna abbonamenti è ancora aperta...

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali