FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Lazio-Pescara 3-0: a segno lʼex Immobile

Show biancoceleste nel secondo tempo: Oddo si mangia le mani

Lazio-Pescara 3-0: a segno l'ex Immobile<br />

All'Olimpico è festa Lazio che rinasce battendo 3-0 un buon Pescara nell'anticipo della quarta giornata di campionato. Partita frizzante con diverse occasioni da gol, ma gli abruzzesi sbagliano un calcio di rigore al 35' con Memushaj. Nella ripresa lo show dei biancocelesti che in 9', dal 67' al 76', stendono la formazione di Oddo. Testate di Milinkovic-Savic e Radu prima della rete dell'ex firmata da Ciro Immobile.

LA PARTITAAlla fine sorride la Lazio che ritrova i tre punti e dà una piega diversa alla classifica agganciando momentaneamente Napoli e Roma al secondo posto a quota sette punti. Oltre alla vittoria sono arrivate anche buonissime indicazioni per Simone Inzaghi che può guardare al futuro con fiducia grazie agli esperimenti fatti con successo. Il meglio l'ha dato Ciro Immobile che contro il "suo" Pescara ha giocato 90' di grande intensità. Sempre nel vivo dell'attacco, le sue sono state le conclusioni più pericolose. Nel primo tempo è stato fermato solo dal palo, mentre nel secondo ha messo la parola fine sul match dopo una straripante azione di Keita. Palla in rete e sguardo basso in segno di rispetto per la formazione che l'ha lanciato quattro anni fa. Nel mezzo tanta corsa e inserimenti non sempre visti dai compagni. Tanto sacrificio anche per Felipe Anderson che largo a destra, nel 3-5-2 studiato dal tecnico, ha dovuto giocare con il freno a mano ed è uscito un po' arrabbiato dopo aver messo la palla dell'1-0 sulla testa di Milinkovic-Savic. Poi c'è anche la gioia di Keita che ha finalmente fatto pace con tutto l'ambiente e ha cambiato la partita con il suo ingresso in campo. Per finire note liete anche dalla difesa che per la prima volta in stagione è rimasta imbattuta e ora c'è il Milan per continuare la corsa.

Dall'altra parte c'è un Pescara che, nonostante i tre gol incassati, esce a testa altissima dall'Olimpico. Oddo perde la sfida contro il suo passato e si mangia le mani. Come contro l'Inter è arrivata un'altra beffa che può far male. Al 34' l'episodio che poteva cambiare la storia del match: Bastos stende in area Caprari e Memushaj si presenta dal dischetto: rigore calciato malamente a lato. Una mazzata accusata nella ripresa quando i giovani hanno avuto nove minuti di black out lasciando ampi spazi ai Parolo e compagni. Un peccato, punti importanti lasciati per strada, ma la salvezza, giocando così, non è una missione impossibile.

IL TABELLINOLAZIO-PESCARA 3-0
Lazio (3-5-2): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Felipe Anderson (28' st Basta), Parolo, Cataldi, Milinkovic (36' st Murgia), Lulic; Immobile, Djordjevic (15' st Keita). A disp.: Vargic, Strakosha, Hoedt, Wallace, Lukaku, Patric, Leitner, Luis Alberto, Lombardi. All.: Inzaghi
Pescara (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Campagnaro, Gyomber (4' st Fornasier), Biraghi; Memushaj, Brugman, Cristante (28' st Mitrita); Verre, Benali (1' st Manaj); Caprari. A disp.: Fiorillo, Pigliacelli, Bruno, Zuparic, Crescenzi, Aquilani, Mitrita, Vitturini, Pepe, Pettinari. All.: Oddo
Arbitro: Maresca
Marcatori: 22' st Milinkovic-Savic, 28' st Radu, 32' st Immobile
Ammoniti: Campagnaro, Verre (P), Bastos, Radu (L)
Espulsi: -
Note: rigore sbagliato per Memushaj (P) 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali