FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Serie A: Inter-Sampdoria 3-1, i nerazzurri tornano a vincere

DʼAmbrosio, Miranda e Icardi stendono i blucerchiati, a segno nel finale con Quagliarella

Serie A: Inter-Sampdoria 3-1, i nerazzurri tornano a vincere

Nel terzo anticipo della 26.ma giornata, l'Inter supera la Sampdoria e torna a vincere sotto gli occhi di Mourinho, presente in tribuna. A San Siro finisce 3-1 per i nerazzurri, che sbloccano il match con D'Ambrosio (23') prima di trovare il bis grazie al colpo di testa di Miranda (57'). A chiudere i conti ci pensa Icardi, bravo a infilare Viviano di sinistro (73'). Nel finale arriva l'inutile rete di Quagliarella (92').

LA PARTITA
Sei anni dopo è completamente un'altra epoca, ma per una notte se ne dimenticano un po' tutti perché esistono emozioni destinate a rimanere eterne. La momentanea amnesia è merito di Mourinho, seduto in tribuna con Moratti e Zanetti ai suoi fianchi. Ed è anche merito dell'Inter, che torna a vincere con un perentorio 3-1 rifilato alla Samp davanti ai simboli del Triplete. Da una Champions conquistata a una qualificazione alla prossima Champions da conquistare: per tornare a competere ai massimi livelli bisogna necessariamente passare da lì.

Il ritiro deve aver fatto bene agli uomini del Mancio, che contro la Sampdoria danno vita a una prestazione solida e determinata. Il 4-4-2 nerazzurro (Perisic e Biabiany sulle fasce, Eder-Icardi in attacco) subisce l'iniziale aggressione degli ospiti, che nei primi 20 minuti coprono bene il campo costringendo l'Inter a rimanere bassa. Gli scenari cambiano al 23', quando sugli sviluppi di un corner D'Ambrosio sblocca la gara: Murillo prolunga di testa il cross di Brozovic e il terzino, col sinistro, batte Viviano da due passi. La squadra di Montella, schierata con due trequartisti (Alvarez e Correa) alle spalle di Quagliarella, tiene discretamente in mezzo al campo ma fa fatica a trovare soluzioni negli ultimi 20 metri. Così l'Inter acquista fiducia col passare dei minuti e allunga nella ripresa, quando Handanovic non viene praticamente mai impegnato ad eccezione del finale.

Il 2-0 nasce nasce da un altro calcio d'angolo e porta la firma di Miranda, al primo centro in campionato: Melo fa da sponda per il difensore, che di testa non dà scampo a Viviano. La sfera non tocca la rete ma, come confermato dalla tecnologia, supera nettamente la linea di porta consegnando ai nerazzurri una buona dose di serenità. La sfida, di fatto, finisce a minuto 73, quando Ranocchia tentenna sulla palla e Icardi ne approfitta per involarsi verso la porta blucerchiata: sinistro all'angolino e per Maurito sono 11 centri in campionato. Il gol di Quagliarella, a tempo scaduto, non allevia invece le ferite della Samp, ferma a 25 punti e senza vittorie nel girone di ritorno, nel quale ha conquistato solamente due punti in otto partite. Il Frosinone, dietro, comincia a farsi minaccioso.

LE PAGELLE

Biabiany 7 - A destra sfonda regolarmente grazie a un'accelerazione impressionante. Se rimanesse lucido anche negli ultimi 20 metri, Mancini avrebbe a disposizione un'arma devastante.

Icardi 7 - Sta tornando il giocatore della scorsa stagione. Difende, si muove, dialoga con i compagni e sotto porta non perdona.

Eder 6 - Corre per la squadra senza mai risparmiarsi, ma davanti incide nulla.

Ranocchia 5 - Comincia con un giallo inutile nella metà campo interista e finisce con l'errore che costa alla Samp il gol di Icardi.

Alvarez 6,5 - Ha grande voglia di mettersi in mostra davanti al vecchio pubblico. La condizione non è ancora quella migliore, però la qualità c'è e si vede.

IL TABELLINO

INTER-SAMPDORIA 3-1
Inter (4-4-2): Handanovic 6; D'Ambrosio 6,5, Miranda 6,5, Murillo 6, Nagatomo 6; Biabiany 7 (34' st Gnoukouri sv), Brozovic 6 (43' st Jovetic sv), Felipe Melo 6,5, Perisic 6; Eder 6 (18' st Ljajic 6), Icardi 7.
A disp.: Carrizo, Berni, Juan Jesus, Popa, Zonta, Santon, Palacio, Manaj. All.: Mancini 6,5
Sampdoria (3-4-2-1): Viviano 5,5; Cassani 6, Ranocchia 5, Silvestre 5,5; Ivan 5,5 (23' st Muriel 5,5), Soriano 6, Fernando 6, Dodò 5,5; Correa 5,5 (34' st Krsticic sv), Alvarez 6,5 (40' st Christodoulopoulos sv); Quagliarella 6,5.
A disp.: Puggioni, Brignoli, Moisander, Palombo, Skriniar, Barreto, Cassano, Rodriguez, De Silvestri. All.: Montella 5,5
Arbitro: Massa
Marcatori: 23' D'Ambrosio (I), 12' st Miranda (I), 28' st Icardi (I), 47' st Quagliarella (S)
Ammoniti:
Ranocchia, Dodò (S); Brozovic, Miranda, Nagatomo (I)
Espulsi: -

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali