FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Atalanta-Inter 1-1: Murillo e Toloi, autoreti da applausi. E super-Handa

I due autogol nel primo tempo. La squadra di Mancini attacca, ma è confusa. LʼAtalanta torva 4 super-ocasioni: che prodezze il portiere interista

Atalanta-Inter 1-1: Murillo e Toloi, autoreti da applausi. E super-Handa

Atalanta-Inter 1-1. A decidere due "prodezze" alla rovescia, ovvero due autoreti fra l'altro spettacolari, nel primo tempo. Prima Murillo al 14', poi Toloi. Prima e dopo, tanta Atalanta con Handanovic autore di quattro prodezze e un'Inter piena di volontà, confusione e alla fine di attaccanti: quattro, ma senza trovare la porta. Per l'Atalanta 1 punto dopo 4 sconfitte. Per l'Inter il momento-no continua.

LA PARTITAC'è tanta Atalanta, subito. E un'Inter sonnolenta, non si capisce perché viste le ultime esibizioni e i fieri propositi. Al 5', una dopo l'altra, tre palle buone fra Cigarini, Toloi e Dramé che fanno rizzare i capelli a Mancini, nonché lo costringono ad alzare la voce coi suoi. Fra il 7' e l'8', la voglia di giocare entra nelle vene dei nerazzurri di Milano, Guarin e Jovetic provano a captare sensazioni verso la porta di Sportiello. Poi si gioca alla pari.
L'Inter cerca il possesso palla con Brozovic, Medel, Jovetic e Guarin. L'Atalanta le ripartenze quasi sempre ispirate da Papu Gomez e da un Dramé che non ha ostacolo davanti a sé. Tanto che al 17', Dramé (appunto) da sinistra scavalca due avversari, entra in area e sul suo traversone basso interviene Murillo con una spettacolare autorete in spaccata.
Bergamaschi in vantaggio, interisti in trance tanto che al 22' Monachello e De Roon vanno a un passo dal raddoppio. E per buona sorte di Mancini e delle smanie di zona-Champions (lo scudetto? bah...) ecco al 25' la restituzione del favore: è Toloi che su un traversone da destra di Icardi, dopo un bel dialogo con Jojo, in spaccata anche lui e con una prodezza (alla rovescia) degna di un grande bomber spedisce la palla sotto la traversa per questo secondo autogol che battezza -in modo diciamo stravagante- l'avvio del girone di ritorno.
Mezzo tempo, due autoreti, e di lì allo stop lo schema-partita non cambia, l'Inter fa il suo (molle) gioco di possesso, l'Atalanta appena può innesta la marcia alta, Jovetic dal limite si mangia il gol del 2-1 calciando fuori, Monachello al 45' trova un super-Handanovic a negargli la prodezza del raddoppio.
Ripresa. Ed è terribile il primo quarto d'ora interista, con errori a metà campo, in difesa e persino in disimpegno. L''Atalanta si prende il gioco, il campo e le occasioni e solo uno strepitoso Handanovic evita la catastrofe. Al 7' sul colpo di testa ravvicinato di Toloi e al 14' con una parata "non si sa come abbia fatto" sul tiro al volo e da cinque metri di Cigarini.
L'Inter non c'è, Mancini fatica a cercare ripari. Ci prova con Perisic al posto di Guarin, per il 4-4-2 e vediamo cosa succede. Poi con Biabiany che rileva Telles. La trazione integrale, a questo punto un 4-2-4 che vorrebbe fare man bassa della partita fin qui nelle mani degli atalantini, induce Icardi e compagni a cercare la strada del gol (finalmente) con azioni confuse e conclusioni quasi sempre errate. L'Atalanta si ritrae, ogni tanto mette il naso nella metà campo dell'Inter e sono -come sempre- dolori per Mancini. Dolori che non arrivano per nessuno dei contendenti: alla fine è pareggio. Un po' stretto per Edy Reja.
La morale, in chiave-scudetto, è che l'Inter dopo il ko prenatalizio interno con la Lazio sta vivendo una palese fase di regresso: 4 punti in 4 partite sono la certificazione numerica, il gioco che non è mai stato esemplare ora vive anche di errori singoli sui quali riflettere. E per l'idea dello scudetto, meglio sorvolare.

LE PAGELLESportiello 6 - Non ci sono parate autentiche sulle quali riflettere. Fa il suo dovere. Nulla potrebbe fare sull'amico Toloi.
Toloi 5 - Sarebbe una prestazione normale, con l'aggiunta di una palla-gol all'inizio ripresa. Ma quell'autorete, accidenti. Che spreco!
Conti 6,5 - Un giovane che ci sa fare: a destra, fino a quando ne ha, mette spesso la freccia.
Dramé 7 - Esemplare il suo primo tempo. In fase offensiva, mette in croce D'Ambrosio e non solo.
Gomez 7,5 - Perché non giochi in una grande squadra, non si sa. Ha forza, corsa, fantasia, talento. Eppure...
Handanovic 9 - A decidere il risultato è lui. Con interventi ai limiti dell'impossibile: tre. E per poco, non arrivava (di piede) anche sulla palla di Murillo.
Miranda 6 - E' quello che tiene in piedi una baracca difensiva che mostra lacune, in ogni dove.
Murillo 5 - Dall'errore col Sassuolo a questo bergamasco. Fors eha bisogno di rifiatare.
Medel 6,5 - Il solo centrocampista che tiene il passo e la posizione.
Brozovic 5 - Tanta corsa, tanta volontà, ma quanti errori anche di attenzione!
Ljajic 6 - Forse il meno confuso nel fare gioco offensivo: cerca dialoghi che non trovano interlocutori.
Icardi 5,5 - Ha il merito del traversone che porta all'autogol di Toloi. Per il resto, sbaglia. E sbaglia.
Jovetic 5 - Dalla prodezza dell'1-0 a San Siro, era Inter-Atalanta, a questa prestazione opaca. Era un'altra vita.

IL TABELLINOATALANTA-INTER 1-1
Atalanta (3-5-1-1): Sportiello 6; Masiello 6,5, Toloi 5, Cherubin 6; Conti 6,5 (29' st Bellini 6), Cigarini 6,5, De Roon 6, Kurtic 6,5 (38' st Migliaccio sv), Dramé 7; Gomez 7,5 (40' st Diamanti sv); Monachello 6,5. A disp.: Bassi, Radunovic, Estigarribia, Brivio, Raimondi, Ranieri, D'Alessandro, Denis. All. Reja 6,5
Inter (4-3-3): Handanovic 9; D'Ambrosio 6, Miranda 6, Murillo 5, Telles 5,5 (25' st Biabiany 6); Guarin 5 (13' st Perisic 6), Medel 6,5, Brozovic 5; Ljajic 6, Icardi 5,5, Jovetic 5 (40' st Palacio sv). A disp.: Carrizo, Ranocchia, Santon, Montoya, Juan Jesus, Nagatomo, Gnoukouri, Kondogbia, Manaj. All. Mancini 5,5
Arbitro: Rizzoli
Marcatori: 17' Murllo (I) aut., 25' Toloi (A) aut
Ammoniti: Toloi, Gomez, Monachello, Cigarini (A), Jovetic, Guarin, Brozovic, D'Ambrosio, Biabiany (I)
Espulsi: --
Note: --

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali