ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità

10/5/2006

Droga, arrestato Michele Padovano

Ex juventino coinvolto in traffico

Michele Padovano, ex calciatore della Juventus, è stato arrestato nell'ambito di una inchiesta della Procura di Torino su un traffico di hashish. L'attuale dg dell'Alessandria ha ricevuto uno dei 33 ordini di custodia cautelare a causa del suo ruolo nell'organizzazione che spacciava la droga giunta dal Marocco. Pesante l'accusa nei suoi confronti: associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga.

Michele Padovano è accusato di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga. All'ex calciatore gli è stato contestato il ruolo del finanziatore. Secondo quanto hanno raccontato i carabinieri, Padovano, che è stato arrestato nella sua casa di San Gillio torinese, era in rapporti di amicizia con Luca Mosole, 39 anni, di La Cassa (Torino), considerato il capo della banda di trafficanti di hashish. L'organizzazione spacciava l'hashish in molte località del Nord Italia. L'indagine è ancora in corso e potrebbe avere ulteriori sviluppi.

Padovano, 39 anni, è stato un giocatore professionista nel Cosenza, Pisa, Napoli, Genoa, Reggiana e, dal '95 al '98, nella Juventus che poi lo cedette alla squadra inglese Crystal Palace. Nel suo curriculum anche due partite nella nazionale italiana, due scudetti, una Champions League, una Coppa Intercontinentale, una Supercoppa Europea e una Italiana. Dopo avere appeso le scarpe al chiodo, è rimasto nel mondo del calcio: l' anno scorso fu uno dei protagonisti dell' estate calda torinese, quando il Torino, a causa della grave situazione economica, non venne iscritto alla serie e il suo titolo sportivo fu rilevato da un gruppo di professionisti cittadini e dall' imprenditore ciociaro Luca Giovannone. Padovano venne chiamato a svolgere il ruolo di direttore sportivo, ma dovette abbandonarlo a causa delle forti contestazioni dei tifosi.