> Tgcom24 > Sport > Tokyo 2020: l'incredibile storia di Kohei Jinno, sfrattato di nuovo
18.9.2013

Tokyo 2020: l'incredibile storia di Kohei Jinno, sfrattato di nuovo

Oggi come nel 1964 il giapponese è stato costretto dal governo a cambiare casa

foto LaPresse
12:53 - I Giochi Olimpici del 2020 sono stati assegnati a Tokyo da pochi giorni e in Giappone la festa sta andando avanti ad oltranza. Per tutti, tranne uno. E' il caso di Kohei Jinno, 79enne giapponese residente nei pressi dello stadio Olimpico della capitale nipponica. Il governo rimodernerà tutta l'area e abbatterà la sua abitazione, ma per Jinno non è una novità. La stessa cosa successe nel 1964 quando venne sfrattato per la costruzione dello stadio.
Due Olimpiadi, due sfratti. Un motivo più che valido per l'anziano signore per non prenderla troppo bene e attaccare il governo che oggi come allora vuole sfrattarlo, abbattendo l'abitazione e la tabaccheria sottostante. "Non ho alcuna intenzione di spostarmi di qui - attacca Jinno -. Non voglio più sentire parlare di Olimpiadi, ho un vero rigetto verso questa manifestazione".
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile