FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

"Mary Poppins", Emily Blunt nel primo motion poster

Lʼattrice nei panni dellʼiconico personaggio, interpretato nel 1964 da Julie Andrews

Manca oltre un anno all'uscita di "Mary Poppins Returns" (sbarcherà al cinema per Natale 2018), ma via Twitter Disney ha regalato ai fan il primo poster animato della protagonista. Dietro il mitico ombrello ecco spuntare Emily Blunt, vestita di tutto punto come l'iconica bambinaia resa celebre nel 1964 da Julie Andrews. A distanza di oltre mezzo secolo, la tata più famosa del grande schermo è pronta a far sognare una nuova generazione di bambini.

Un progetto importante per Disney, che ha messo insieme un cast d'eccezione. Meryl Streep sarà infatti Topsy, la cugina di Mary Poppins, Colin Firth interpreterà il bancario William Weatherall Wilkins e appariranno anche Angela Lansbury e l'ex spazzacamino Dick Van Dyke per un cameo.

Tramontata invece l'ipotesi di vedere di nuovo in azione l'originale Mary Poppins, Julie Andrews. Il regista Rob Marshall le aveva proposto una parte, ma ad Entertainment Weekly ha spiegato che la Andrews ha declinato l'offerta per non rubare la scena alla collega più giovane: "Ne avevamo parlato in linea generale, ma lei ha subito messo le cose in chiaro. Mi ha detto 'Questo è il film di Emily (Blunt ndr) e voglio davvero che lo sia' ".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE