FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Fedez e J-Ax, fuochi dʼartificio a San Siro per la "finale"

I due rapper hanno infiammato lo stadio per due ore e mezza con tantissimi ospiti per dire addio al loro sodalizio artistico: "Reunion? Quando finiremo i soldi"

"È stata una bolla atomica", per dirla con le parole di Fedez e J-Ax che per la loro prima volta a San Siro non si sono risparmiati. Con tanto di finale con fuochi d'artificio tricolori. Stadio sold out, show a 360 gradi e numeri da derby: "Lo abbiamo riempito più degli U2, siamo ufficialmente sotto shock", confessano orgogliosi.

Fedez e J-Ax: guarda le immagini del concerto di San Siro

I due rapper scelgono di dire "addio" al loro sodalizio artistico nel tempio della musica pop. Con Fedez che rappresenta il più giovane artista a calcare quel palco e Ax che rivendica: "Ma io sono il più bello". Due ore e mezzo di concerto in cui i due rapper non si sono risparmiati, alternando sul palco le canzoni più importanti del loro repertorio e guest star, artisti del presente e del passato che li hanno accompagnati in questo percorso.

Lunga la lista degli ospiti: da Gue Pequeno, con il quale non se le sono mandate a dire negli anni, a Il Cile, dalla Dark Polo Gang - che ha aperto il concerto - a Stash, da Noemi a Levante, da Nina Zilli a Malika Ayane, e ancora Grido e Sergio Sylvestre. "È un traguardo che ci lascia senza parole - spiega Fedez poco prima, in conferenza stampa - questa data nasce subito dopo quella di Taormina, dove per scherzo mi sono detto che no ero soddisfatto, così ho chiesto San Siro, stranamente Ax che tende a frenare i miei entusiasmi era d'accordo. Ed eccomi qui". A proposito di ambizioni Ax lo ringrazia pubblicamente: "Con te ho imparato a spostare l'asticella dei miei limiti. A lasciare libere le emozioni. Se siamo qui è grazie a te Fede. Altrimenti forse saremmo ancora all'Alcatraz con 25 date".

Un live che è una rivalsa, con se stessi e con gli altri: "Si aspettavano che fallissimo, ma tutto il sangue e le cicatrici ci hanno portato fino a qui...". Tanto che il concerto si apre con un ring, con al centro i combattenti: "Non ci abbiamo creduto fino a quando non vi abbiamo visti davvero", urlano dal palco visibilmente emozionati: "Ce la stavamo per fare sotto", sdrammatizzano guardando negli occhi "un capitolo della vita che ricorderemo per sempre". C'è spazio per "Musica del cazzo", il loro brano preferito, e per il cuore. "'Vorrei ma non posto' è la canzone grazie a cui ho conosciuto la mia futura moglie (Chiara Ferragni, già dal pomeriggio a sostenerlo, ndr) e sono diventato papà", sottolinea Fedez. "È dedicata alle nostre famiglie", gli fa eco Ax. Sipario, con fuochi d'artificio. Finale o nuovo inizio? "Per ora è un addio, al massimo ci giochiamo la carta della reunion quando finiremo i soldi".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE