FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Berlino, Orso dʼoro a Gianfranco Rosi per il film sui migranti che muoiono in mare

La giuria premia "Fuocoammare", il film-documentario su un ragazzino di Lampedusa. Rosi: "Non accettabile vedere morire la gente così". Lʼorgoglio via social di Renzi e Franceschini

Berlino, Orso d'oro a Gianfranco Rosi per il film sui migranti che muoiono in mare

L'Orso d'Oro va al regista italiano Gianfranco Rosi. Lo ha decretato la giuria della 66esima edizione del Festival di Berlino. Rosi è stato premiato per "Fuocoammare", un film-documentario su un ragazzino di Lampedusa che vive giorno per giorno a contatto con la vita e la morte degli sbarchi. "Berlino premia Gianfranco Rosi, il suo talento e la poesia dell'accoglienza #Fuocoammare #orgoglio", ha subito twittato il premier Matteo Renzi.

Berlino, Orso d'oro a Gianfranco Rosi per il film sui migranti che muoiono in mare

Rosi: non accettabile che la gente muoia in mare - "Non è accettabile che la gente muoia in mare, per attraversare le frontiere". Lo ha detto Gianfranco Rosi a Berlino, commentando l'Orso d'Oro per "Fuocammare". Rosi ha esordito dicendo: "Ho bisogno di due persone al mio fianco, il dottor Bartolo e Giuseppe del Borgo, Peppino, che sono stati al mio fianco". "Il mio pensiero va a tutti coloro che non sono mai arrivati a Lampedusa nel loro viaggio di speranza, e alla gente di Lampedusa che da venti trenta anni apre il suo cuore a chi arriva", ha detto ancora Gianfranco Rosi.

L'Orso d'Oro "torna" in Italia dopo 4 anni - Con la vittoria di Fuocoammare di Gianfranco Rosi l'Orso d'oro del festival di Berlino torna all'Italia dopo quattro anni, quando - era il 2012 - ad aggiudicarsi il premio erano stati i fratelli Paolo e Vittorio Taviani con "Cesare deve morire". Fuocoammare, che il regista, Leone d'oro a Venezia con "Sacro G.r.a.", ha girato nel corso di un anno e mezzo a Lampedusa, documentando da un lato la vita sospesa di alcuni suoi abitanti e dall'altro quella drammatica dei migranti in esodo verso l'Europa, aveva colpito sin dall'inizio critica e pubblico del Festival, da sempre molto attento a temi politici.

"Dedico film a lampedusani, sempre pronti ad accogliere" - "Voglio dedicare questo film agli abitanti di Lampedusa, che sono sempre stati estremamente aperti ad accettare la gente che arriva". Lo ha dichiarato il regista Gianfranco Rosi.

Renzi: Berlino premia talento Rosi - "Berlino premia Gianfranco Rosi, il suo talento e la poesia dell'accoglienza#fuocoammare#orgoglio". Così il premier Matteo Renzi su Twitter.



Franceschini: "Orgogliosi per Rosi, film scuote mondo" - "Il premio a Rosi ci riempie di orgoglio e dimostra la vitalità del cinema italiano capace di raccontare, con poesia e crudezza, storie di grande attualità". Il ministro della cultura Franceschini commenta così l'Orso d'Oro a Gianfranco Rosi per il film che ha avuto anche i contributi Mibact. "Fuocoammare - dice Franceschini- ha la forza di proiettarci nella quotidianità di Lampedusa, luogo simbolo dei confini europei e dei drammi e del dolore dei migranti del mediterraneo. Storie di coraggio e solidarietà, raccontate con un linguaggio universale, che scuote il mondo e che fa riflettere sulla necessita' di affrontare il dramma dell'immigrazione in modo unitario e umanitario".

Berlinale, tutti i premi della 66° edizioneLa giuria del Festival internazionale del cinema di Berlino, presieduta dall'attrice statunitense Meryl Streep, ha assegnato i premi della 66esima edizione del festival.

Orso d'oro per il miglior film: 'Fuocoammare' di Gianfranco Rosi
Orso d'argento Gran premio della giuria: 'Death in Sarajevo' di Danis Tanovic
Orso d'argento per miglior sceneggiatura: 'United States of Love' di Tomasz Wasilewski
Orso d'argento Premio Alfred Bauer: 'A Lullaby for the Sorrowful Mistery' di Lav Diaz
Orso d'argento per miglior regia: 'L'Avenir' di Mia Hansen-Love
Orso d'argento per miglior interpretazione femminile: Trine Dyrholm per 'Kollektivet' ('The Commune')
Orso d'argento per miglior interpretazione maschile: Majd Mastoura per 'Hedi'
Orso d'argento per miglior contributo artistico: 'Crosscurrent' di Yang Chao
Premio per miglior opera prima: 'Hedi' di Mohamed Ben Attia
Orso d'oro al miglior cortometraggio: 'Balada de um Batraquio' di Leonor Teles
Orso d'argento al cortometraggio: 'A Man Returned' di Mahdi Fleifel

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali