ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
3/1/2007

Queen è la miglior band inglese

E tra gli italiani? Vota anche tu

Un sondaggio della Bbc ha decretato i Queen la miglior rock band britannica di tutti i tempi. Durante una trasmissione radiofonica di tre ore hanno votato circa 20mila persone. La band inglese ha preceduto i Beatles di 400 voti seguiti da Rolling Stones, Oasis e Take That. Fondati nel 1970, i Queen si sono sciolti nel 1991 dopo la morte di Freddy Mercury. In Italia non mancano i gruppi: dai Pooh ai Subsonica.

Matia Bazar

E ancora i Matia Bazar, i Nomadi, la Pfm e i recentissimi Finley vincitori agli ultimi MTV Music Awards come "Miglior artista italiano". I Pooh, composti attualmente da Roby Facchinetti (tastiere), Dodi Battaglia (chitarre), Stefano D'Orazio (batteria) e Red Canzian (basso), sono sempre sulla cresta dell'onda sin dagli anni '70. Tra i grandi successi della band "Noi due nel mondo e nell'anima" del 1972, lo stesso anno in cui Riccardo Fogli decide di lasciare il gruppo per dedicarsi alla carriera solista.

Al suo posto subentra Red Canzian. Nel 1979 il brano "Io sono vivo" rimane in classifica per più di 50 settimane consecutive. Nel 1981 ancora successo con "Chi fermerà la musica". Nel 1990 vincono il Festival di Sanremo con la struggente "Uomini soli". Attualmente sono in classifica con il cd-dvd "Noi con voi".

I Matia Bazar nascono a Genova nel 1975. I componenti "storici" della band sono Piero Cassano, Aldo Stellita, Carlo Marrale, Giancarlo Golzi e Antonella Ruggiero. Con "Stasera che sera" conquistano le hit, mentre nel 1978 vincono il loro primo Festival di Sanremo con "E dirsi ciao". "Vacanze romane" è senza dubbio la loro hit più famosa e si aggiudica nel 1983 il Premio della critica al Festival di Sanremo. Nel 1989 Antonella Ruggiero lascia il gruppo per dedicarsi alla carriera solista e viene sostituita da Laura Valente. Nel 2002 cambiano ancora cantante e arriva Silvia Mezzanotte con cui la band vincerà il Festival lo stesso anno con "Messaggio d'amore". La vocalist attuale è Roberta Faccani.

Subsonica

Il 1963 è l'anno di nascita dei Nomadi con Beppe Carletti, Leonardo Manfredini, Franco Midilli e Augusto Daolio. La prima hit risale al 1966 con "Come potete giudicar", cover di "The Revolution Kind" di Sonny Bono. Poi l'incontro con  Francesco Guccini che scrive diversi brani per la band tra cui il famoso "Dio è morto". Nel 1972 "Io vagabondo" vende oltre un milione di copie. Gli anni '80 sono difficili per le rescissioni consensuali con i contratti discografici targato EMI prima e con la CGD poi. La band si autoproduce. Nel 1992 si scopre che Augusto è colpito da un male incurabile e morirà il 7 ottobre a soli 45 anni.

I Subsonica (torinesi) nascono nel 1996. I componenti sono: il chitarrista-compositore Max Casacci, Boosta, Samuel, Ninja e Pier-funk. Il primo disco esce nel 1996. Poi l'incontro fortunato con Antonella Ruggiero con la reinterpretazione elettrica di "Per un'ora d'amore". Il 2000 con "Tutti i miei sbagli" si presentano al Festival di Sanremo e il brano viene pubblicato nella nuova edizione dell'album "Microchip emozionale". Nel 2002 esce "Amorematico". Nel 2005 i Subsonica cambiano (non senza polemiche) etichetta discografica, passando dalla Mescal alla EMIcon cui pubblicano "Terrestre". Attualmente sono in classifica con "Terrestre live ed altre disfunzioni".

I giovanissimi milanesi Finley (Marco "Pedro" Pedretti, voce, Carmine "Ka" Ruggiero, chitarra, Stefano "Ste" Mantegazza, basso e Danilo "Dani" Calvio alla batteria) sono una creatura del talent scout Claudio Cecchetto. Pubblicano nel 2006 il disco di esordio "Tutto è possibile" che contiene le hit "Fumo e cenere" e "Tutto è possibile". Infine gli "storici" Pfm - Premiata Forneria Marconi (formazione originale: il batterista Franz Di Cioccio, il chitarrista Franco Mussida, il tastierista Flavio Premoli e il bassista Giorgio "Fico" Piazza) che si impongono della seconda metà degli anni '60. Inizialmente nascono come "I Quelli" poi nel 1970 l'incontro con  il violinista e flautista Mauro Pagani e la nascita dei Pfm. Il primo singolo risale al 1971 con "Impressioni di settembre". Anni importanti per la band che ottiene successi oltre Italia, sia in Europa che in America.

Dopo il flop di "Miss Baker" del 1987, i membri della Pfm decidono di non suonare più in pubblico. Dopo dieci anni esce il disco di inediti "Ulisse". Nel 2000 dopo la pubblicazione di "Serendipity" la band torna ad esibirsi dal vivo all'estero.Attualmente la Pfm è in classifica con il disco-dvd "Stati di immaginazione".