ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
8/11/2006

"Io canto e voglio la normalità"

Laura Pausini al Tgcom sul nuovo cd

Sempre in giro per il mondo ("Ne ha risentito la mia salute"), Laura Pausini si gode la pubblicazione di "Io canto", cd di cover da Bersani a Baglioni. Ma "alla fine della giornata penso alla mia camera da letto". Magra, capelli corvini e lunghi, vestita Valentino abbiamo incontrato l'artista che confessa: "Ho inciso anche Gocce di memoria di Giorgia ma non l'ho potuta inserire". E svela la sua passione segreta per il telefilm Lost.

Scende da una lussuosissima macchina con due grandi occhiali neri e si dirige sottobraccio con la responsabile ufficio stampa Dalia Gaberscik nella sede della casa discografica, dove abbiamo fissato l'appuntamento. Al seguito il team di collaboratori tra cui Marco uno dei protagonisti del programma I fantastici cinque, che si occupa del suo look.

In Io canto ci sono 16 classici della tradizione italiana. Inclusi tre duetti: Non me lo so spiegare di e con Tiziano Ferro, Il mio canto libero di Lucio Battisti con Juanes e Come il sole all'improvviso di Zucchero e Gino Paoli con Johnny Halliday. Pubblicato in 47 paesi, l'album esce in italiano e spagnolo. In Europa il singolo scelto per lanciarlo è Io canto di Riccardo Cocciante, mentre per il Sudamerica è Spaccacuore di Samuele Bersani.

Chiariamo la polemica con Zucchero sul perché non avete chiesto il permesso per incidere Come il sole all'improvviso?
So che a Zucchero la mia versione è piaciuta. E' stata solo una mancanza di comunicazione perché io e lui abbiamo lo stesso editore. Siccome non sono riuscita a rintracciarlo ho detto all'editore di avvisarlo, ma evidentemente se n'è dimenticato tutto qui.

Come mai non c'è nessuna cantautrice tra le canzoni che hai scelto?
Non è stata una scelta legata al nome o meno di un cantautore. Ma tutti sono legati ai ricordi che queste canzoni hanno per me. Quando ero piccola e sognavo di fare la cantante magari le cantavo immaginandomi come corista. O quando mi chiudevo in una stanza a cantare da sola. Ma ci sono anche canzoni legate a storie d'amore che ho vissuto e che ho dedicato a qualcuno di importante.

Sono rimaste fuori altre canzoni?
Si ad esempio E' non è di Niccolò Fabi che non è nel disco ma l'abbiamo messo in vendita su ITunes! Quando ho scelto i primi titoli ne sono saltati fuori 152, poi siamo passati a 60, ne ho provinati 30 fino alle sedici attuali. Ma se questo album va bene, il resto verrà inserito in un ipotetico Io canto 2. Per pochissimo non sono entrate Gocce di memoria di Giorgia e Piccolo Uomo di Mia Martini. Vorrei incidere anche qualcosa di Concato e soprattutto Le notti di maggio di Fiorella Mannoia.

Giorgia ha cantato diverso tempo fa La Solitudine nello show di Fiorello...
Ma lo so. Ci siamo sentite subito dopo la sua esibizione. Io ho cantato Gocce di memoria recentemente a Radio 2 da Fiore.

E' un'artista nelle sue corde, a differenza magari di Carmen Consoli...
E invece di Carmen adoro Parole di Burro e Confusa e felice.

Ha inserito brani di Vasco Rossi (Anima fragile) e di Biagio Antonacci (In una stanza quasi rosa) con cui ha collaborato in passato. Come mai manca Nek con cui ha inciso Sei solo tu?
Alcune sue canzoni mi piacciono molto. Il suo nuovo disco è prodotto dal mio ex ragazzo (Alfredino Cerruti; ndr.) e quindi al momento mi è quasi impossibile cercar di far qualcosa assieme.

Antonacci ha espresso il desiderio di poter incidere un disco assieme, come fecero Mina e Celentano. Lo farete?
Ho una stima sincera per Biagio sia come professionista che come uomo. A lui ho confidato le mie cose più intime e segrete perché so che mi posso fidare. So che anche lui prova le stesse cose. Mi ha dato anche molti consigli pratici in passato. Massì quando saremo un po' più grandi non sarebbe male fare un disco assieme.

Ha mai pensato di fermarsi per un bel po' e di mandare a quel paese tutto?
Solo quando mi sono sentita male fisicamente. Soffro di pressione bassa e i numerosi voli che faccio tra l'America e l'Europa mi destabilizzano. Il dottore mi ha imposto una vacanza di due mesi, finita dieci giorni fa. Adesso sto meglio. Ma quando sto ferma i miei collaboratori si stupiscono perché chiedo loro 'ma non c'è nulla da fare oggi'?

Terminerà le interviste alle 22. Cosa penserà stasera quando le luci si spegneranno?
Alla mia camera da letto. Mi piace stare a casa e guardare molti film. Sono patita del telefilm Lost. In America ho comprato il cofanetto con le due serie e appena torno mi voglio vedere i primi cinque episodi della terza serie. Sono una fan di questo serial!

Dal vivo lei è molto semplice, gentile e "normale" nonostante il successo. Ha mai voluto trascorrere una giornata di "assoluta normalità"?
E' quello che adoro fare quando non ho impegni. Vado molto in bicicletta, specialmente in Romagna. Vado in edicola e mi fermo a parlare con la gente. Mi piacerebbe andare in giro e conoscere gente nuova, non dico che non abbia amici, però poter parlare in assoluta tranquillità. E' anche per questo che adoro le interviste, mi piace confrontarmi.

Non le dà fastidio essere fotografata nella sua quotidianità dai giornali di gossip?
Cerco di essere più riservata possibile. Non ho fatto questo lavoro per la notorietà o per le copertine, ma solo per l'amore che ho per la musica. I giovani di oggi sono sempre alla ricerca della fama e della gloria, sempre in cerca della telecamera. Io ho sempre avuto il bisogno fisico di sentire la musica in me.

A quali stilisti si è affidata per il suo nuovo look?
Alessandro dell'Acqua per Bluemarine. Valentino e mi piace molto anche D Squared.

Tra i prossimi impegni di Laura anche "un programma televisivo da sola, in cui - ha anticipato - inviterò i miei colleghi: dovrebbe andare in onda a gennaio, su Mediaset".

Andrea Conti