FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Parlamento Ue, sostanze cancerogene: più protezione per i lavoratori

I tumori sono la causa principale dei decessi connessi al lavoro. I deputati vogliono adottare delle misure per arginare il pericolo

Parlamento Ue, sostanze cancerogene: più protezione per i lavoratori

Nell'Unione Europea i tumori sono la causa principale dei decessi connessi al lavoro. Secondo le statistiche, il 53% delle morti legate al lavoro è dovuto a tumori, il 28% a malattie cardiovascolari e il 6% a disturbi respiratori. E' per questo motivo che i deputati vogliono adottare delle nuove regole per proteggere i lavoratori dall'esposizione agli agenti cancerogeni.

A causa del contatto con queste sostanze, i lavoratori di alcuni settori sono particolarmente a rischio. Fra i più colpiti troviamo il settore delle costruzioni, l'industria chimica, l'industria automobilistica e quella manifatturiera, l'industria tessile e quella della trasformazione alimentare, il settore del legno e il settore sanitario.

"Non si dovrebbe morire di lavoro. Non si dovrebbe essere esposti a rischi tali da poter perdere la vita", ha dichiarato la relatrice della proposta, la deputata svedese Marita Ulvskog (Socialisti e Democratici), in questa intervista video:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali