FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Sesso sicuro, a Pavia il preservativo arriva sotto le lenzuola con unʼapp

Non solo pranzi e cene, fiori e camicie stirate: i servizi di delivery debuttano nellʼintimità con la prima applicazione in Italia per la consegna di profilattici a domicilio

Sesso sicuro, a Pavia il preservativo arriva sotto le lenzuola con un'app

Niente più scuse per fermare una passione travolgente: debutta a Pavia SexAPPeal, la prima app in Italia per la consegna di profilattici a domicilio. I servizi di delivery, dunque, prendono piede nelle abitudini quotidiane (dal cellulare a casa arrivano con un clic pranzi, cene, fiori, medicine, regali, camicie stirate) e s'infilano persino sotto le lenzuola, in soli venti minuti. Al momento l'applicazione del preservativo a domicilio è disponibile solo a Pavia, "ma Torino sarà la prossima tappa", annuncia all'agenzia di stampa Adnkronos l'ideatore Alberto Clemenzi, studente di medicina di 24 anni.

Il sistema, attivo al momento solo a Pavia, è semplice e rodato. L'applicazione, disponibile per Android e iOS, offre una vasta gamma di prodotti: dai preservativi classici a quelli non in lattice per gli allergici, passando per gli ergonomici, dai sex toys ai lubrificanti. "Quando un cliente fa un ordine, - spiega Clemenzi ad Adnkronos - ai dipendenti appare una notifica e il primo che accetta l'ordine effettua la consegna in forma anonima. Il tutto in 20 minuti. All'interno dell'app i clienti possono scegliere una delle varie fasce orarie".

Perché proprio Pavia? "Perché si tratta di una piccola oasi felice, - spiega - con circa 20mila studenti, di cui l’80% fuori sede. Sommati agli abitanti di Pavia fanno 70mila abitanti. Parliamo quindi di 50mila persone in età fertile, complessivamente. Al debutto in una giornata tipo facciamo 30-40 consegne".

Ma si sogna in grande: "Stiamo pensando di espanderci e Torino potrebbe essere la prossima tappa, ma stiamo anche valutando altri piccoli centri come Padova e altre città universitarie del Nord Italia", conclude Clemenzi, sottolineando che il team di SexAPPeal comprende anche sua madre, che si occupa della gestione amministrativa della Srl.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali