FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Sanità, 28mila prestiti erogati in 6 mesi per curarsi

Da unʼanalisi condotta da Facile.it in collaborazione con Prestiti.it emerge che le domande presentate per pagare le spese sanitarie hanno un controvalore di circa 340.000 euro. Lʼ11% dei richiedenti è un pensionato

Sanità, 28mila prestiti erogati in 6 mesi per curarsi

Dalle cure dentistiche a quelle estetiche, anche la salute in Italia si paga a rate. E' quanto emerge da un'analisi condotta dal comparatore Facile.it in collaborazione con Prestiti.it: oltre 28.000 in sei mesi stati i prestiti erogati per pagare spese sanitarie per un controvalore pari a circa 340.000 euro. La finalità medica rappresenta ormai quasi il 4% delle motivazioni dichiarate al momento della domanda di finanziamento.

Ma per cosa si chiede un finanziamento di questo tipo? Si va dagli impianti di ortodonzia per sé o per i figli alla gestione di terapie di lunga durata fino ai trattamenti di bellezza e alle operazioni di chirurgia estetica. L'importo richiesto, in media, è pari a circa 6.600 euro, da restituire in quasi cinque anni.

L'11% delle richieste arriva da pensionati. Stupisce che la percentuale di domande provenienti da donne sia molto più elevata rispetto ai soliti finanziamenti: se normalmente circa il 75% delle richieste di prestito arrivano da uomini, quando parliamo di rate per le spese mediche le donne rappresentano ben il 39% delle domande.

Per quanto riguarda le differenze tra le regioni, l'incidenza di questa tipologia di finanziamento sul totale dei prestiti personali è più alta in Toscana e in Friuli Venezia Giulia (per entrambe siamo oltre il 6%), mentre le regioni in cui si rileva il minore interesse nei confronti dei prestiti per la salute sono Campania e Puglia, dove la percentuale si assesta attorno al 2%.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali