• Tgcom24 >
  • Rubriche >
  • Pasta fatta in casa contro la crisi "Insegno le ricette made in Italy"

Pasta fatta in casa contro la crisi "Insegno le ricette made in Italy"

Lui si chiama David Sgueglia della Marra, 21 anni di lavoro tra comunicazione e pubblicità, poi la svolta: "Volevo creare qualcosa di mio abbinando l’amore per i viaggi alla passione per la cucina"

- Saremo pure ingenui, ma una delle poche cose che non si possono negare sono i sogni. Così abbiamo pensato di andare alla ricerca di tutti quegli italiani che non si sono arresi alla crisi, ma hanno saputo rialzarsi e reinventarsi con successo. E ce ne sono. In molti hanno deciso di arrangiarsi trasformando i propri sogni in fonte di reddito. Di necessità virtù, appunto: è il titolo della rubrica di Tgcom24 che parla di chi, nonostante la difficile situazione economica, si è rimboccato le maniche. Se anche tu hai sfidato la crisi e ne sei uscito vincente:scrivi e racconta la tua esperienza.
 
Oggi raccontiamo la storia di David Sgueglia della Marra, 21 anni di lavoro tra comunicazione e pubblicità,  poi la svolta. Due anni e mezzo fa, complice la crisi e l'assenza di gratificazioni e stimoli, ha deciso di mollare tutto per dedicarsi alla sua grande passione: cucinare.
Così ha studiato, è diventato chef della Federazione Italiana Cuochi e ha realizzato il suo sogno: creare un laboratorio culinario, A Cooking day in Rome nel quale impartisce lezioni ai turisti (e non solo) che vogliono avvicinarsi alla tavola made in Italy. In pratica affitta un loft a Piazza Argentina, a due passi dal Pantheon, dal Ghetto e da Campo de' fiori e comincia incontrare gente di tutto il mondo da "iniziare" alla cultura gastronomica italiana e romana. "Ho deciso di lasciare quella vita satura di gratificazioni e stimoli - ci racconta soddisfatto - per creare qualche cosa di mio, dare una svolta, insomma, provando ad abbinare l’amore di sempre per i viaggi alla mia passione per la cucina“.
 

Pasta fatta in casa contro la crisi
"Insegno le ricette made in Italy"

Dalla comunicazione alla cucina, due mondi che sembrano molto distanti. Come hai fatto?
"Volevo fare un lavoro seguendo il mio innato istinto..ovvero dedicarsi ai propri clienti. A questo ho aggiunto l’amore di sempre per i viaggi, il piacere di stare con le persone e la mia passione per la cucina: così è nato il mio progetto!".
 
Due anni e mezzo fa il salto...oggi lo rifaresti?
"Ho deciso di lasciare quel mondo saturo di gratificazioni e stimoli proprio per creare qualche cosa di mio. Ma non mi sono improvvisato cuoco. Ho fatto uno dei più prestigiosi corsi di cucina del settore e sono diventato uno Chef della Federazione Italiana Cuochi".
 
In cosa consiste A Cooking Day in Rome?
"E’un percorso storico, culturale e gastronomico per le vie del centro di Roma, fra segreti, storie e leggende. Incontro i miei clienti tra il Pantheon e Piazza Navona, ci prendiamo un caffè e scegliamo insieme, nel meraviglioso mercato di Campo De’ Fiori, gli ingredienti migliori per andare a preparare insieme i piatti della cucina tipica Italiana e Regionale. Poi ci recamiamo nel mio loft e iniziamo a creare per poi sederci introno a un tavolo e mangiare insieme".
 
Che tipo di clienti si rivolgono a te?
"Sono persone di tutto il mondo: americani, europei, brasiliani, thailandesi, cinesi, arabi, e naturalmente italiani che approfittano dello scenario molto suggestivo che offre la terrazza sui tetti della Capitale e dei miei insegnamenti per eventi, compleanni o anche per sessioni di Team Building e Incentive aziendali sempre legati alla magia di ritrovarsi con le mani in pasta e creare..."
 
Come sei riuscito a farti conoscere?
"Anzitutto il passaparola. Ogni dettaglio del mio loft è molto curato e rende quella atmosfera di familiarità che è alla base dei miei corsi ed eventi. Bisogna lasciare il segno e le mie soddisfazione più grandi sono i tanti feedback di stima e riconoscimenti. Uno che mi sta particolarmente a cuore è quello dei miei primi clienti: una famiglia di Boston che mi disse ”tu sei nato per fare tutto questo".
 
A chi vuole dare una svolta alla propria vita e reinventarsi con successo cosa consigli?
"Bisogna assecondare il prorpio istinto e avere dedizione. Io ci metto la mia esperienza in cucina, la mia passione per le persone e per ogni cosa che faccio, per rendere tutto veramente indimenticabile"