FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Servizio militare obbligatorio, fonti della Difesa: "Unʼidea romantica"

"Oggi quello che serve è un esercito di militare professionisti e su questo è dʼaccordo anche il ministro Salvini"

L'ipotesi del ritorno della leva obbligatoria "è un'idea romantica". E' quanto si apprende da fonti della Difesa in merito alle dichiarazioni di Matteo Salvini sull'ipotesi di reintroduzione del servizio militare per alcuni mesi. "Il ministro Trenta - spiegano le stesse fonti - si è già espresso sul tema: i nostri militari sono e debbono essere professionisti e su questo aspetto è d'accordo anche Salvini".

Durante un'intervista, il ministro della Difesa aveva sottolineato che il servizio militare obbligatorio è un qualcosa "non più al passo con i tempi". I soldati di oggi infatti, aveva sottolineato, "sono professionisti. E non abbiamo più le truppe che vengono dalle Alpi. Quindi non c'è più bisogno di tanti soldati tutti insieme".

La precisazione arriva all'indomani di alcune parole in merito del ministro Salvini, che aveva dichiarato: "Facciamo bene a studiare i costi, i modi e i tempi per valutare se, come e quando reintrodurre per alcuni mesi il servizio militare, il servizio civile per i nostri ragazzi e le nostre ragazze, così almeno impari un po' di educazione che mamma e papà non sono in grado di insegnarti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali